Cultura: si è spento a 84 anni il linguista Tullio De Mauro

Cultura: si è spento a 84 anni il linguista Tullio De Mauro

Cultura: si è spento a 84 anni il linguista Tullio De Mauro

"De Mauro, profilo di intellettuale, linguista, studioso che ha onorato in molte occasioni la comunità dell'Università per Stranieri di Siena con la sua presenza e i suoi interventi", continua il post dell'ateneo "che si stringe al dolore della moglie, prof.ssa Silvana Ferreri, dei figli e dei familiari tutti".

È morto a 84 anni Tullio De Mauro, ex ministro dell'Istruzione e tra i più profondi conoscitori del nostro idioma.

Dal 2007 è stato direttore della Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e nel 2012 ne è diventato presidente, guidando il comitato direttivo del Premio Strega. La maggior parte degli italiani, poi, lo conosce anche per il suo vocabolario della lingua italiana. E' stato Ministro della pubblica istruzione nel Governo Amato II. Per le sue ricerche, nel 2006 l'Accademia dei Lincei gli ha attribuito la sua massima onorificenza.

Tullio De Mauro nacque a Torre Annunziata il 30 marzo 1932.

La bibliografia di De Mauro è lunghissima: dalla "Storia linguistica dell'Italia Unita", pubblicata nella prima versione nel 1963 e aggiornata fino al 2014, fino a "In Europa son già 103". La data della camera ardente dell'ex ministro dell'istruzione è stata confermata, scrive l'agenzia Ansa, dalla famiglia. E' stato consigliere della Regione Lazio, eletto come indipendente nelle liste del Pci (1975-80), e, in tale qualità, assessore alla cultura (1976-77), e componente del Consiglio nazionale dei Beni Culturali (1977-80). Grande la sua collaborazione con prestigiose riviste e quotidiani come Il Mondo, Paese Sera, l'Espresso, l'Unità, la Stampa, la Repubblica, il Manifesto, il Sole 24 Ore e il Mattino. Fra il 1960 e il 1973 ha collaborato spesso a trasmissioni radiofoniche e televisive della Rai cui ha ripreso a collaborare di nuovo nel 1997-2000, dal 1978 ha collaborato a cicli di trasmissioni radio e televisive della Radiotelevisione della Svizzera Italiana.

In quale snodo storico, in quale momento De Mauro ha agito più incisivamente? Il fratello di De Mauro è stato un giornalista ucciso dalla mafia in Sicilia.

Un grandissimo linguista, filosofo del linguaggio e docente. Infine De Mauro era un membrodell'Accademia della Crusca dal 2008.

Altre Notizie