Juventus quasi al completo, Allegri: "Alex Sandro titolare, manca solo Chiellini"

Dubbio di formazione: "Il 3-5-2 potrebbe essere una necessità". Allegri ritiene quella di domani "una partita importante, anche perche' ora abbiamo Fiorentina, Lazio, i quarti di finale di Coppa Italia con un Milan che sta facendo grandi cose, il Sassuolo fuori e poi l'Inter. Quindi devo trovare un terzino tra Barzagli, Cuadrado o Sturaro per giocare a quattro". "Lo step che dobbiamo fare e' comandare la partita, migliorare nei passaggi e nella fase difensiva, nel calcio non e' una vergogna difendersi, ci sono le due fasi". Bernardeschi e Berardi? Sono due talenti, sono giocatori diversi, sono veramente, veramente bravi. "Se chiudiamo questo mese mantenendo un buon vantaggio abbiamo grandi possibilità di portare a casa il campionato". Non è questione di blackout sul 2-0, il fatto è che bisogna lavorare per evitare di farci raggiungere quando amministriamo il vantaggio. Mandzukic fuori? E' difficile lasciare fuori tutti. Io sono comunque sereno perché so quanto può dare. Il croato è un giocatore di livello internazionale: è fisico e tecnico. Alex Sandro sarà sicuramente titolare. "La cosa più importante è l'atteggiamento". "Cuadrado con Pjanic? Possono giocare insieme come possono giocare uno alla volta". Per loro sempre la partita dell'anno, sarà bella anche dall'aspetto folkloristico. "Servirà grande lavoro sia da chi inizia che chi entrerà dalla panchina". "Anche Asamoah, se sta bene, è un valore aggiunto". Dipende se giochiamo a tre o quattro, stiamo migliorando molto a 4 dietro. Abbiamo parlato serenamente con lui.

MATTIELLO E MADRANGORA - "Mattiello ha recuperato: gli hanno spaccato il naso, è stato operato e ha ripreso ad allenarsi".

MOMENTO - "L'altro giorno abbiamo giocato bene, mi sono anche divertito". E' un uomo, sta valutando e sta aspettando. L'intesa migliorerà. Higuain ha caratteristiche diverse da Mandzukic e con lui diventano importanti Pjanic e Dybala che gli giocano dietro, Mario invece crea più spazi. "Non crea problemi e non genera turbative". "Ma dopo il 2-1 la squadra si è riversata davanti con una cattiveria per chiudere la partita, questa è una qualità molto importante della squadra perché conosce le proprie forze".

COPPA ITALIA - "Sarà un bel quarto col Milan". Sul lungo periodo la Juve è più forte ma nella gara secca il Milan fa tante cose.

Altre Notizie