Movistar Yamaha MotoGP 2017: ecco le nuove moto di Rossi e Vinales

Il direttore sportivo Yamaha, Massimo Meregalli ha risposto alle domande dei presentatori nel corso dell'evento in cui sono stati tolti i veli alla M1, questa mattina a Madrid. "Se voglio essere il migliore devo battere anche Rossi - ha dichiarato qualche tempo fa a Speedweek.com - so che è molto difficile, ma devo riuscirci: credo che sarebbe una sensazione fantastica".

La Yamaha è sicura dei propri mezzi. Sarà interessante vedere pure come se la caverà nel confronto interno con un volpone come Valentino Rossi, che contro i suoi compagni-avversari ha sempre utilizzato tutte le astuzie possibili per superarli, in pista e fuori.

E' arrivato il primo momento clou della stagione MotoGP 2017.

Gli appuntamenti successivi ci saranno il 29 gennaio a Sepang, in Malesia, in occasione dei primi test, con il team Suzuki Ecstar che presenterà la nuova Suzuki GSX-RR dei piloti Andrea Iannone (ex Ducati) e Alex Rins. La nuova ha un buon potenziale, a Sepang rispetto a Valencia abbiamo fatto più chilometri sulla nuova moto e abbiamo apprezzato una maggiore potenza. Come ogni anno dovremo lavorare molto sulle gomme e sull'elettronica. Dopo aver festeggiato insieme il 23° compleanno del nuovo compagno di squadra, Valentino Rossi e Maverick Vinales si sono scambiati complimenti a Madrid, dove la Yamaha ha svelato la nuova M1 (il blù è più scuro e brillante) nel quartier generale dello sponsor Movistar in attesa dei primi test e del primo GP (26 marzo in Qatar). "Saranno i piccoli dettagli a fare la differenza". "Restare concentrato ed essere sempre forte ogni domenica è fondamentale per il campionato". Nei test sono stato anche sorpreso di andare così veloce nei primi giorni.

MAVERICK - "L'anno scorso vedevo la Yamaha dal cupolino della mia moto e rimanevo ogni volta impressionato dall'accelerazione e dalla velocità in curva. La chiave per vincere nella MotoGP sarà mettere a punto la moto soprattutto per le fasi finali delle gare".

Altre Notizie