Province Novara e Vco votano Consigli

In 16 casi si eleggeranno anche i nuovi presidenti.

A Novara le liste sono tre: 'La provincia in comune', di centrosinistra, 'La provincia dei Comuni', espressione del centrodestra e 'Provincia protagonista', con esponenti di Lega e Fdi.

Aspre polemiche per la non presentazione di una lista di sinistra, per la mancata pubblicazione dei comizi elettorali su due albo pretori comunali, tanto che Rifondazione Comunista ha presentato ricorso e chiesto un rinvio.

Scatta l'elezione dei nuovi consigli provinciale in diverse province toscane, oltre alle umbre Terni e Perugia e La Spezia.

- "Il Levante per La Provincia": Giovanni Borreani, Alessandro Bozzano, Sara Brizzo, Marina Lombardi, Antonella Ludovisi e Renato Zunino. Altre Province andranno al voto il 9 gennaio (Crotone), il 10 (Benevento e Piacenza), l'11 (Biella, Matera e Potenza), il 12 (Isernia), il 15 (Chieti, Foggia e Lecce) e il 29 (Cosenza).

L'unica incognita, ad ora, resta quella relativa all'affluenza visto che alcuni consiglieri comunali hanno espresso nei giorni scorsi non poche remore sulle liste in campo e quindi sulla loro partecipazione alle elezioni di secondo grado.

Secondo quanto stabilito dalla riforma, compongono gli organi delle nuove Province: il Presidente, che è un sindaco eletto dai sindaci e dai consiglieri dei comuni della Provincia (resta in carica 4 anni); il Consiglio provinciale, composto da sindaci e consiglieri comunali, eletti da sindaci e consiglieri dei comuni della Provincia (resta in carica 2 anni); l'Assemblea dei Sindaci, organo in cui siedono tutti i Sindaci dei Comuni della Provincia.

È eletto presidente della Provincia il sindaco che consegue il maggior numero dei voti 'ponderati', il voto di ciascun elettore è infatti armonizzato in modo che sia proporzionale al numero di cittadini che il consigliere comunale e il sindaco rappresentano all'interno dell'intero corpo elettorale della Provincia, in base alla popolazione residente nel Comune di appartenenza.

"Pieno senso civico" Le elezioni, ha detto il presidente Nando Mismetti, "costituiscono un appuntamento estremamente importante per la Provincia di Perugia, che giunge al termine di un difficile e delicato percorso di riordino dell'ente provinciale e all'indomani del referendum che ha confermato le Province quali enti costituzionali".

Altre Notizie