Inseguimento fatale a Colico

Poliziotto imperiese muore in servizio precipitato durante un inseguimento

Inseguimento fatale a Colico

Nel frattempo la polizia si è rimessa sulle tracce degli altri sospetti, che potranno fornire informazioni preziose per fare luce sull'accaduto. L'uomo, Francesco Pischedda, è morto nella notte a causa delle gravissime ferite riportate precipitando in un pendio durante la colluttazione con uno dei fuggitivi. Il 'placcaggio' era avvenuto in seguito ad un inseguimento con la 'volante' di un furgone sulla Superstrada 36 a Colico, in provincia di Lecco.

Uno degli agenti, Francesco Pischedda, 28 anni, ha raggiunto e bloccato uno dei malviventi. Il conducente a un certo punto ha perso il controllo del mezzo, finendo contro il guardrail. Nato a Imperia, Pischedda era entrato in Polizia il 29 dicembre 2009, era in in forza alla Sottosezione Polizia Stradale di Bellano dal 17 agosto 2011. Lascia la compagna e la figlia di appena 10 mesi. Entrambi sono rimasti feriti.

Francesco Pischedda ed il fuggitivo caduto nella scarpata sono stati soccorsi dopo l'arrivo sul posto dei vigili del fuoco, di tre ambulanze e di un'automedica. Per questo motivo i poliziotti hanno inseguito il mezzo, fino all'incidente risultato mortale per l'agente.

Nella notte tra giovedì e venerdì ha intercettato un furgone sospetto.

Sono due i malviventi in fuga, ricercati da polizia e carabinieri nel Lecchese ma anche in una zona più ampia.

Altre Notizie