Trump licenzia ministro Giustizia dopo critiche a bando immigrati

Nel giorno in cui il Tesoro americano ha permesso l'esportazione di certe tecnologie dagli Stati Uniti al Federal Security Service russo (i servizi segreti), due ex funzionari dell'amministrazione Obama hanno spiegato alla Cnbc che si tratta di una mossa di routine.

"Il presidente Trump continuerà a rispettare e ad appoggiare i diritti lgbtq, come ha fatto durante il processo elettorale" ha detto il portavoce della Casa Bianca.

IL TRADIMENTO "Sono responsabile nel garantire che le posizioni che prendiamo in tribunale restino in linea con l'obbligo solenne di questa istituzione di perseguire sempre la giustizia e stare dalla parte di ciò che è giusto", aveva scritto Yates ai colleghi.

Poche ore dopo è arrivato il licenziamento. Una decisione che non tiene conto, apparentemente, di visti e permessi già ottenuti e che in certi casi potrebbe portare anche a conseguenze significative per startup e aziende tecnologiche (ma non solo): come ricorda il CEO di Linkedin, Jeff Weiner, il 40 per cento delle company che appartengono alla lista Fortune 500 è stata fondata da un immigrato. E poi ci sono i fondi stanziati dalle aziende direttamente per i propri dipendenti coinvolti nel blocco dell'immmigrazione, come ancora Linkedin e la stessa Google, con diversi milioni accantonati per coprire costi legali e pratici di questo "imprevisto".

NEW ENTRY L'amministrazione Trump non ha mancato di insultare la diretta interessata: "E' stata scelta dall'amministrazione Obama", ovviamente un peccato agli occhi del nuovo governo, ed è "debole sui confini e molto debole sull'immigrazione illegale". "E' ragionevole e necessaria per proteggere il Paese".

"Ha tradito" il suo dipartimento rifiutandosi di applicare un ordine esecutivo "volto a proteggere" i cittadini americani, ha tuonato in una nota la Casa Bianca, che ha punito l'insubordinazione del ministro rimpiazzandolo con Dana Boente. Lei ha subito mostrato la sua volontà ad ubbidire: dicendosi "onorata", ha promesso di "difendere e mettere in atto le leggi del nostro Paese per garantire che il nostro popolo e la nostra nazione siano protetti".

Altre Notizie