Pd, Renzi: "Sono disponibile a togliere i capilista bloccati"

Convenzione nazionale del Pd

Convenzione nazionale del Pd

"Adesso sia conseguente" ha detto Francesco Boccia schierato con Michele Emiliano.

Così il deputato ha contestualizzato il suo sostegno alla mozione del guardasigilli: "Siamo beneficiari ed eredi di una storia che non possiamo permetterci di non portare avanti. E credo ai laureati in medicina, non ai laureati di Facebook, alla mammografia e non alle scie chimiche" ha replicato davanti alla platea l'ex premier. La rottura degli accordi di maggioranza in commissione Affari costituzionali dimostra che sui temi istituzionali "la maggioranza è quella del No al referendum" e ora tocca a quella maggioranza "fare una proposta" sulla legge elettorale. E aggiunge: "Per molti europei, oggi, l'Unione è diventata il problema, più che la soluzione".

Nei prossimi giorni, verrà presentata anche la lista provinciale per la mozione Orlando: in campo ci saranno Michele Fina (capolista), Emanuela Di Giovambattista, Stefano Albano e Simona Fasciani.

Ma quale via ai capilista bloccati!

Ue: Renzi, con me veto a fiscal compact in trattati "Democrazia contro burocrazia". "Magari si può discutere" ma il Pd non ha "nessuna timidezza o disagio" nei confronti del Movimento. Lo ha detto il vicesegretario facente funzioni dei democratici a Rignano, Antonio Ermini, dopo l'assemblea Pd a Rignano di ieri sera. "Torniamo al popolo - ha poi esortato Orlando - torniamo nelle scuole a parlare con i professori arrabbiati, torniamo nelle fabbriche". Dobbiamo ricostruire il dialogo con quei pezzi di società che abbiamo perso per strada e allo stesso tempo dobbiamo evitare derive che portino una comunità politica a ridursi a un comitato elettorale permanente, oggetto di conte e di mero esercizio di potere. "E con gli altri 1.999 operai chi ci parla?". E se avete visto i politici tentare di nascondere le carte, noi siamo diversi.

Vogliamo che il futuro dell'Italia, del Sud, della nostra provincia venga condiviso con i cittadini continuando a scommettere e a investire sul lavoro, sull'ambiente, sull'integrazione sociale, sulla sicurezza, sul benessere, sul capitale umano, sull'identità, sulla cooperazione, su una sanità uguale per tutti, sull'istruzione. La mozione Renzi presenta a Napoli come capilista nei sei collegi la parlamentare Teresa Armato, il segretario del circolo Pd di Barra Mario Capezzuto, i sindaci di Casoria Pasquale Fuccio, di Ercolano Ciro Buonajuto, di Poggiomarino Leo Annuziata, di Pozzuoli Vincenzo Figliolia. L'ex premier, infatti, se da un lato sostiene apertamente il Governo Gentiloni, dall'altro prova a farsi sfazio in vista delle scelte future del Partito Democratico.

Altre Notizie