Galvagni (Cisl): servono più garanzie nello "statuto" del lavoro autonomo

Giorgio Ligliani presidente Cna Macerata

Giorgio Ligliani presidente Cna Macerata

Il disegno di legge s AS 2233b Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato "è stato approvato questa mattina dall'aula del Senato con 158 voti favorevoli, 9 contrari e 45 astenuti, e diventa legge".

Il provvedimento estende alcune tutele ai lavoratori autonomi e alle partite Iva, stabilendo tra le altre cose che i collaboratori che prestano la propria attività in via continuativa non possono essere sospesi dal loro lavoro in caso di gravidanza, malattia e infortunio.

PAGAMENTI TUTELATI - Norme sulle transazioni commerciali già in vigore applicate a professionisti, artigiani e collaboratori coordinati: i compensi per le prestazioni dovranno avvenire entro un termine concordato, ma mai superiore a 60 giorni, e se il termine non è pattuito la scadenza naturale sarà entro 30 giorni dall'emissione della fattura. Secondo la norma approvata in terza lettura dal Senato, dal prossimo 1^ luglio ci sarà la cosiddetta "dis-coll", ovvero la stabilizzazione dell'indennità di disoccupazione anche per i collaboratori, che non avrà periodi di buco vista la decisione di attivarla al termine della proroga decisa nell'ultimo 'Milleproroghe'.

La parte sullo smart working non ha subito particolari modifiche nel corso del passaggio parlamentare.

Il lavoratore ha diritto a un trattamento economico e normativo non inferiore a quello riconosciuto ai colleghi che svolgono le stesse mansioni esclusivamente all'interno dell'azienda, in attuazione dei contratti collettivi.

DEDUCIBILI SPESE PER LA FORMAZIONE Per i professionisti arriva la piena deducibilità, nei limiti di 10 mila euro, delle spese di iscrizione a master e corsi di formazione o aggiornamento professionale, convegni e congressi oltre a tutte le altre spese relative, quali soggiorno e viaggio. Prevista la piena deducibilità degli oneri sostenuti per la garanzia contro il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro autonomo fornita da forme assicurative o di solidarietà. La disciplina del lavoro agile si applicherà anche alle pubbliche amministrazioni. Inoltre, nell'ambito dell'accordo di lavoro agile, al lavoratore può essere riconosciuto il diritto all'apprendimento permanente, in modalità formali, non formali o informali, e alla periodica certificazione delle competenze.

TAVOLO CONFRONTO SU LAVORO AUTONOMO Viene istituito un tavolo tecnico di confronto permanente sul lavoro autonomo, composto da rappresentanti designati dal Ministero del lavoro, dalle associazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro e dalle associazioni di settore comparativamente piu' rappresentative a livello nazionale, con il compito di formulare proposte e indirizzi operativi in materia di politiche del lavoro autonomo.

I lavoratori autonomi potranno partecipare agli appalti pubblici o ai bandi per l'assegnazione di incarichi individuali di consulenza o ricerca. I centri per l'impiego sono chiamati a dotarsi di uno sportello dedicato al lavoro autonomo.

Le Casse pensionistiche private potranno attivare ulteriori prestazioni sociali, "finanziate da apposita contribuzione", destinate soprattutto ad associati vittime di una "significativa riduzione del reddito per ragioni non dipendenti dalla propria volontà", o con "gravi patologie".

Altre Notizie