Gioco online: nuovo leader assoluto dei mercati digitali transazionali

Gioco online: nuovo leader assoluto dei mercati digitali transazionali

Gioco online: nuovo leader assoluto dei mercati digitali transazionali

Il gioco online è la nuova frontiera del settore dei Giochi e uno dei segmenti più floridi dell’economia italiana. L’anno 2016 ha visto una crescita complessiva del 25% in più rispetto al 2015, impennata a cui ha senza dubbio contribuito la scure che si è abbattuta sui 6.000 siti irregolari .com inseriti nella blacklista da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Questa misura ha rafforzato le basi per lo sviluppo del settore, spingendo i principali fornitori internazionali di software di gioco online a negare i propri servizi agli operatori che agiscono sul mercato italiano senza una regolare concessione.

 Gli ultimi dati sul gioco online pubblicati all’interno di un report settoriale elaborato da Freeslotmachine sono significativi. Nel 2016 la spesa nel gioco online ha abbattuto per la prima volta il muro del miliardo di euro, attestandosi a 1.018 milioni, un dato in crescita di quasi 200 milioni di euro (il +24%) rispetto agli 821 milioni del 2015. A farla da padrone sono stati i casinò games e le scommesse online che occupano rispettivamente il 43% e il 31% del mercato con una raccolta complessiva di 789 milioni di euro. In discesa, come consuetudine negli ultimi anni, il settore del poker con una perdita di -10% rispetto al 2015. 

Uno dei fattori cardine che ha contribuito all’esplosione settore dell'online è l’ampliamento delle opzioni di gioco offerte dalle piattaforme AAMS. Nell’ultimo biennio sono entrati a far parte del circuito AAMS alcuni dei principali brand internazionali come per esempio Bet365, StanleyBet e Sky Bet. Come emerge dalle dichiarazioni degli esperti contenute nel report, i 3,5 milioni di giocatori italiani dimostrano sempre meno interesse a rivolgersi ad operatori senza concessione poiché l’offerta del circuito legale si rivela completa e competitiva. I nuovi concessionari inoltre hanno portato in dote la propria base clienti italiana che prima giocava su siti fuori dai confini nazionali.

 Un fattore che, però, viene spesso sottovalutato, è quello legato allo sviluppo della tecnologia e, in particolar modo al ruolo svolto da smarphone e tablet. La spesa complessiva delle giocate effettuate su mobile (l’84% della quale generata su smartphone, il principale canale di gioco mobile) ha raggiunto nel 2016 quota 233 milioni di euro, in crescita del 50% rispetto all’anno passato. Significativo anche il dato relativo al tasso di penetrazione sul mercato cresciuto dal 19% al 23%.

 Il boom del settore dei giochi online è, infine, confermato dalla leadership del medesimo nel segmento dei mercati digitali transazionali. Il tasso di crescita del gambling online è superiore di tre punti percentuali rispetto ai media digitali e di 5 rispetto all’eCommerce. Il ruolo di primo attore viene confermato anche nel settore dell’entertainment e dello spettacolo, con il solo cinema (22% di crescita) a insediare la sua leadership rispetto ai botteghini del calcio (19%), teatro (8%), videogames (6%)

 

Altre Notizie