Amministrative, domenica i ballottaggi: si vota in più di 100 comuni

Genova2017 Cassinelli `Bucci in testa? Attendiamo dati certi

Amministrative, domenica i ballottaggi: si vota in più di 100 comuni

Le urne saranno aperte alle 7 e chiuderanno alle 23, orario in cui inizierà lo scrutinio e verranno diffusi i primi exit poll, i sondaggi con le prime indicazioni sui risultati.

Il ministero dell'Interno ricorda che, "configurandosi il turno di ballottaggio come una prosecuzione delle operazioni del primo turno, potranno votare in occasione del ballottaggio solo gli elettori che abbiano maturato il relativo diritto entro l'11 giugno 2017 (giorno del primo turno di votazione); peraltro gli aventi diritto al voto potranno partecipare al turno di ballottaggio anche se non si siano recati a esprimere il voto nella votazione del primo turno". Se la lista o l'insieme delle liste collegate al candidato eletto Sindaco nel primo o nel secondo turno non hanno conseguito almeno il 60% dei seggi ma hanno ottenuto nel primo turno almeno il 40% dei voti, otterranno automaticamente il 60% dei seggi.

Roma, 22 giu. (AdnKronos) - Domenica prossima si svolgeranno le operazioni di voto - a seguito del primo turno di votazione dell'11 giugno - per il turno di ballottaggio per l'elezione dei sindaci di 101 comuni di regioni a statuto ordinario, tutti con popolazione superiore a 15mila abitanti, tra i quali 19 capoluoghi di provincia. Le percentuali sono riferite ai risultati del primo turno delle Elezioni Amministrative 2017.

Anche per il turno elettorale di ballottaggio, è il Quic di viale Beverora 57, sede degli sportelli polifunzionali del Comune di Piacenza, il punto di riferimento cui rivolgersi in caso di smarrimento, deterioramento o esaurimento degli spazi della propria tessera elettorale.

Piccola curiosità: nella remotissima ipotesi in cui Minervini e de Bari prendano lo stesso identico numero di voti, sarà proclamato sindaco il più anziano dei due, ovvero Tommaso Minervini, più anziano della de Bari di alcuni anni. Quelli restanti saranno divisi tra le altre liste in proporzione alle preferenze ottenute. All'inizio si trattava di Angela Motta, del Pd, ma dopo un riconteggio dei voti, il risultato è cambiato e al ballottaggio si è stabilito che andasse il candidato M5S, Massimo Cerruti, con sei preferenze in più rispetto alla rivale. La Lega è in testa in 3 ballottaggi e seconda in 5. Le Elezioni Comunali Amministrative dovranno eleggere un candidato tra tutti coloro che al primo turno non hanno ottenuto il 50% + 1 dei voti.

Parliamo ovviamente di una possibilità su un milione, ma si sa, le elezioni in Italia hanno sempre regalato sorprese.

Altre Notizie