Domenico Diele, arresto convalidato: braccialetto elettronico e domiciliari

Investe e uccide una donna, l'attore Diele ai domiciliari con il braccialetto elettronico

Arresti domiciliari e braccialetto elettronico per l'attore Domenico Diele

Ad annunciarlo è l'Ansa, che ha sottolineato come il gip valuterà nel frattempo se autorizzare comunque i domiciliari per Domenico Diele anche senza la presenza del braccialetto elettronico. L'avvocato difensore Viviana Straccia ha auspicato che un braccialetto elettronico venga reperito al più presto. "Urlerò la mia colpevolezza con tutte le forze". È anche emerso che Diele non potesse guidare, in quanto la sua patente era stata sospesa per un precedente problema di utilizzo di stupefacenti. Non ho scusa, ho sbagliato e devo pagare quello che decideranno i giudici e se servisse a qualcosa, pagherei di tasca mia anche qualunque cosa alla famiglia. Il gip ha disposto gli arresti domiciliari a Roma con braccialetto elettronico. "Sì, sono in crisi d'astinenza, ma è giusto così, è giusto che soffra". Credo che, considerato l'urto, la signora sia morta quasi nell'immediato, forse non si è neanche resa conto di quello che le stava accadendo. "Ma l'ho fatto perché mia cugina ci teneva ad avermi al suo matrimonio", "e l'unico modo per esserci era andare e tornare in macchina nella stessa giornata".

Nel descrivere la sua vita al consigliere Borrelli, ha aggiunto di avere soltanto il lavoro, se dopo questa storia gli resterà. La donna, in sella al proprio scooter sulla corsia centrale dell'autostrada, sarebbe stata investita dal lato guida dell'Audi A3 condotta da Diele. L'incarico al penalista salernitano e' stato affidato nel pomeriggio dal padre e dal fratello di Dilillo.

L'udienza di convalida è durata circa due ore, durante le quali Diele ha messo a verbale la sua ricostruzione della dinamica dell'incidente. Volto emergente del cinema e della fiction, ha recitato in diversi film, tra cui "Acab", e in serie di successo, come "DonMatteo", oltre che nell'ultima serie di Intrepment con Castellitto in cui faceva la parte di un prete. Il reato contestato all'attore è di omicidio stradale aggravato. Da quel momento in poi, Diele non ha detto più una parola. Lavorava presso uno studio legale. L'attore è stato portato in ospedale per gli accertamenti di rito, la patente era stata sospesa e non poteva guidare. Il 2 luglio avrebbe compiuto 49 anni.

L'attore, in base alle nuove norme sull'omicidio stradale, potrebbe rischiare una pena fino a 16 anni di carcere.

Altre Notizie