Olanda, banca del seme: i bambini assomigliano tutti al direttore

Shutterstock  herjua                       portrait of a surprised baby

Shutterstock herjua portrait of a surprised baby

Una storia che ha dell'incredibile, che è difficile da definire se non apostrofandola come grottesca ed insensata, tutta ancora da chiarire. Nate tutte in Olanda negli anni '80 grazie all'inseminazione artificiale effettuata dalla banca del seme diretta all'epoca dal dottor Jan Karbaat, queste persone hanno fatto una causa collettiva contro l'uomo, morto lo scorso aprile all'età di 89 anni. Ma il padre? Potrebbe addirittura essere il direttore della banca del seme alla quale la madre è ricorsa per l'inseminazione in vitro.

In Olanda negli anni 90′ a Bijdorp nei pressi di Rotterdam, sono nati 22 bambini. Dunque, per rendere possibile il test del DNA e verificare che i sospetti siano concreti, il tribunale ha ordinato una perquisizione nel suo appartamento per prelevare degli oggetti personali, come ad esempio gli spazzolini da denti. Questi semplici sospetti hanno già raccolto una prima conferma in maggio, quando il figlio di Karbaat si è offerto di sottoporsi all'esame del Dna.

Ma è probabile che anche le madri che in quella clinica sono state fecondate e che sinora non sono intervenute nella disputa legale, comincino ad osservare i propri figli cercando i segni di un'altra paternità.

PIONIERE DELLA FERTILITA' - Il ginecologo olandese è sospettato di essere il padre di almeno una sessantina di persone a loro insaputa.

Altre Notizie