Barcellona-Juventus, parla Allegri: "Il Barça la squadra più forte del mondo"

Ernesto Valverde individua il pericolo

Getty Images

"Non prendere gol dal Barcellona per tre partite sarebbe veramente una cosa straordinaria, ma visto che è difficilissimo riuscirci, domani dobbiamo segnare". "Posso dire che Barzagli giocherà, anche se ancora non posso dire se al centro, a sinistra oppure a destra".

Di nuovo sull'avversario, che ha perso un perno come Neymar, ma i cambiamenti non mutano particolarmente la forza del Barcellona, secondo Allegri: "Neymar diventerà uno dei più forti al mondo, ma siamo solamente all'inizio della stagione". Entrambe hanno fatto bene.

Inizio complicatissimo per il cammino in Champions League della Juventus: i bianconeri, in emergenza, se la vedranno al Camp Nou col Barcellona. "Dico solo che vederlo giocare è un piacere per tutti".

"Vincere la Champions non può essere un obiettivo, è un sogno": lo dice Massimiliano Allegri, in un'intervista rilasciata al sito dell'Uefa.

CONFRONTO CON L'ANNO SCORSO - "Le rose cambiano, ma se siamo più scarsi o no lo diranno i risultati". Ha qualità ma sta con la testa bassa. "Vogliamo ripartire con grande entusiasmo e grande voglia, con l'obiettivo di passare al turno successivo". "Strano vedere il Barcellona con giocatori nuovi quest'anno, di solito sono sempre gli stessi 11".

SULLA FINALE DI BERLINO -"Abbiamo cambiato molto e bene rispetto alla finale di Champions a Berlino, la società ha portato a Torino ottimi giocatori". Il Barcellona è una squadra con tanti punti forti e qualche punto debole, bisogna fare la partita giusta e non fare calcoli.

"Dobbiamo giocare con grande lucidità e precisione tecnica - prosegue il tecnico - perché loro verranno a pressarci molto. Un pareggio ci darebbe più chance di qualificarci come primi, ma le altre tre gare saranno determinanti ai fini del passaggio del turno".

Altre Notizie