Bonus Cultura per 18enni. 500 euro spendibili anche per musica registrata

Confermati Bonus docenti e carta da 500 euro per i nati nel 1999

Bonus cultura, i 500 euro dello Stato anche ai ragazzi nati nel '99

Si tratta di un portamonete elettronico che permette di utilizzare il fondo per attività e strumenti inerenti alla formazione e l'aggiornamento professionale. Ecco quali sono i requisiti per ottenerlo e soprattutto come e dove richiederlo.

Per prima cosa i diciottenni devono richiedere l'attribuzione dell'identità digitale (credenziali Spid), rivolgendosi a Infocert, Poste Italiane, Sielte o Tim. I quattro soggetti (che vengono chiamati Identity Provider) offrono diverse modalità di richiesta. Ad ogni beneficiario è infatti attribuita una Carta elettronica utilizzabile, attraverso buoni di spesa, entro il 31 dicembre 2018 presso le strutture inserite in un apposito elenco di esercenti fisici e online che aderiscono all'iniziativa. Si tratta di una somma di denaro da poter spendere in attività culturali come rappresentazioni teatrali o cinematografiche, per l'acquisto di libri, per entrare nei musei o nei parchi naturali, per visitare gallerie d'arte, mostre e monumenti, per acquistare musica o iscriversi a corsi di teatro, musica e lingua straniera.

Bonus cultura: dopo lunghe attese, ecco il regolamento che disciplina la dotazione di denaro per incentivare la diffusione della cultura tra le nuove generazioni.

Fino a quando sono spendibili i buoni?

I diciottenni classe 99, per il loro shopping culturale, avranno tempo fino al 31 dicembre del 2018. Possono già essere creati da ora, salvo chiaramente aver eseguito tutti i passaggi di autenticazione e di iscrizione al sito o alla app che va fatta entro il limite massimo del 30 giugno 2018.

L'acquisto può essere completato in diversi modi: stampando il buono e presentandolo alla cassa; presentando alla cassa un dispositivo (ad esempio smartphone o tablet) e visualizzando i dati identificativi del buono, corredati di codice alfanumerico di 8 cifre, QR code e barcode. Certo, la possibilità di acquistare anche la musica farà gola a molti, ma forse dovremmo ricordarci che la cultura sta anche altrove, non solo nelle cuffiette del nostro I-Pod. Il tutto sempre in enti abilitati che si trovano elencati nel motore di ricerca all'interno del sito. Per i concerti ci sono i due maggiori rivenditori Ticketone e Bookingshow.

Una volta che si è effettuato l'accesso con SPID, si può decidere in che modo spendere il Bonus Cultura attraverso i buoni da creare sul sito 18app.

Altre Notizie