Catania, il Dalai Lama è arrivato in Sicilia

WhatsApp Image

SICILIA/Il Dalai Lama inizia il tour in Sicilia, Messina Taormina e il ritorno a Palermo dopo 21 anni di distanza

Accorinti ha raccontato di come, 21 anni fa, avesse avuto problemi anche ad avvicinarlo, perché era soltanto un cittadino e non era dotato di pass. Il Dalai Lama se ne è accorto ed è riuscito a farlo accedere al punto che Accorinti rispose: "spero che un giorno potrai venire a Messina".

Ad accoglierlo, tra gli altri, il sindaco di Catania, Enzo Bianco, e quello di Messina, Renato Accorinti. Si tratta della cerimonia di conferimento dell'onorificenza della Città metropolitana di Messina al Dalai Lama, in qualità di "testimone di pace e solidarietà nel mondo e come riconoscimento del suo impegno a favore del dialogo, della pace e del suo messaggio di fratellanza universale, teso all'affermazione dei valori di libertà, di nonviolenza e dei diritti umani". L'ultima tappa sarà a Palermo, dove nel 1996 gli fu conferita la cittadinanza onoraria. Lunedì 18 settembre, invece, alle 9,30, Tenzin Gyatso, leader spirituale del Tibet e Premio Nobel per La Pace, terrà la sua conferenza sull'"Educazione alla Gioia".

Nel suo intervento il Dalai Lama ha iniziato ad affrontare il tema della pace come incontro tra i popoli e come opportunità per l'evoluzione dell'umanità, prima di proseguire la sua lectio magistralis sul tema "In cammino verso la saggezza e la felicità attraverso la meditazione", un percorso nell'animo dell'essere umano per la conquista dell'equilibrio interiore, uno stato di beatitudine sempre più messo in discussione da una società votata al consumismo e alla materialità spicciola. Domenica si sposterà poi a Messina dove ad attenderlo al teatro Vittorio Emanuele ci saranno centinaia di persone.

Inoltre, a margine della conferenza, verranno conferite al Dalai Lama le cittadinanze onorarie dei Comuni di Ventimiglia di Sicilia e Isola delle Femmine, oltre che una medaglia della città di Palermo. Il racconto prosegue con l'errore di un giornalista che nel pezzo scrisse: "il sindaco di Messina invita il Dalai Lama nella sua città".

Subito dopo Tenzin Gyatso, che è il quattordicesimo Dalai Lama, ha lasciato l'aeroporto.

Quindi il dalai Lama partirà alla volta della Toscana. Non prima di aver ricevuto alcuni doni-simbolo: un Ficus religiosa, per esempio, l'albero sacro per eccellenza per i buddisti, gianisti e induisti.

Altre Notizie