Chikungunya, è emergenza scorte sangue

Chikungunya la zanzara tigre contagia 47 persone ed è maxiemergenza sangue

Chikungunya, è emergenza scorte sangue

E sale così a 47 il numero di persone affette dalla malattia, caratterizzata da febbre acuta e trasmessa dalla puntura di zanzare, che continua a diffondersi nella provincia di Roma. "L'impatto di queste misure è molto pesante, basti pensare che la Asl Roma 2 ha una popolazione pari a una regione come il Friuli Venezia Giulia - sottolinea il Civis, Coordinamento interassociativo volontari italiani del sangue e Federazioni - e le Associazioni sono pronte a coordinarsi tra loro ed a modulare gli sforzi per far fronte agli sviluppi ed al protrarsi della situazione".

"Il Dipartimento Tutela e Ambiente del Comune di Roma, su nuova sollecitazione della Regione Lazio, ha garantito che entro oggi sottoporrà alla sindaca di Roma l'ordinanza contingibile ed urgente per l'avvio della necessaria disinfestazione in aree pubbliche e private - conclude - Invitiamo l'assessore Montanari ad evitare polemiche pretestuose ed ad impegnarsi come tutti alla migliore risoluzione della vicenda". Un ambulatorio dedicato è stato attivato presso l'Ospedale S.M.Goretti UOC Malattie Infettive di Latina, per un periodo iniziale di due settimane, dal lunedì al venerdì, ad accesso diretto previa prescrizione da parte dei medici di medicina generale per i casi sospetti dei propri assistiti; l'ambulatorio fornirà inoltre agli stessi medici di medicina generale consulenza specialistica telefonica. Lo afferma il Centro nazionale sangue.

Tutte le Regioni, anche quelle a loro volta in difficoltà nella raccolta, hanno dato la loro disponibilità a contribuire alla compensazione. La comunicazione arriva in serata dalla Regione Lazio che annuncia per domattina una riunione operativa con i responsabili del Centro nazionale sangue e del Centro nazionale trapianti e a questo punto diventa quasi certa la decisione di uno stop alle donazioni di sangue non solo per Anzio ma anche per il comune di Roma. Al tavolo di discussione si sono seduti i rappresentanti di Avis Lazio e Avis Roma, Croce Rossa Lazio e Roma, Avis Provinciale Roma, La rete di tutti Onlus, Avis Provinciale Latina, EMA Roma, Associazione Donatori di sangue Roma Est e Ematos Fidas. Al momento il fabbisogno aggiuntivo stimato è di 200-250 sacche al giorno.

Intanto, il Centro europeo per il controllo delle malattie ha innalzato l'allarme sui focolai di infezione da Chikungunya nel Lazio. Per il resto d'Italia l'indicazione è invece di sospendere i donatori per 28 giorni solo se sono stati a Roma o ad Anzio.

Altre Notizie