Consip, Riesame: indizi di colpevolezza per Alfredo Romeo ma non pericoli

Romeo scarcerato, ecco le motivazioni del giudice

Il Riesame si è pronunciato anche sulle intercettazioni svolte con l'ausilio del Trojan che erano state messe in dubbio

Il Riesame contesta nelle sue motivazioni quanto stabilito dalla Corte di Cassazione. Secondo i legali per i giudici della Cassazione c'è una mancanza di esigenze cautelari e "quindi appare conseguenziale che anche il provvedimento più gradato, deciso dalla II sezione penale nel luglio scorso, sia viziata dalla stessa problematica visto che si parla di pericolo di recidiva". L'avvocato dell'ufficiale, Giovanni Annunziata, ha fatto sapere che non avrebbe risposto ad alcuna domanda.

In particolare la Suprema Corte ha disposto il rinvio al tribunale del Riesame per una nuova valutazione sul provvedimento.

Per il tribunale del Riesame sono regolari le intercettazioni utilizzate dalla procura di Roma per supportare la richiesta d'arresto di Romeo. O almeno il filone che riguarda la corruzione di Alfredo Romeo, ma anche quello in cui sono accusati Carlo Russo e il padre dell' ex premier, Tiziano Renzi, per traffico di influenze.

Altre Notizie