Esplosione nella metro a Londra, arrestato 18enne a Dover

Esplosione in metro, diversi feriti:

Londra, esplosione nella metro Terrorismo, Parigi aggredito militare

Le sue generalità non sono ancora state diffuse.

Roma, 16 set. (askanews) - La polizia britannica ha eseguito stamani "un arresto significativo" nell'indagine sull'attacco alla metropolitana di Londra che ieri ha ferito 29 persone. Lo ha annunciato il commissario di Scotland Yard Neil Basu.Si tratta di un 18enne "arrestato dalla polizia del Kent nell'area portuale di Dover stamani" si legge in una nota della polizia. La linea della metro Earls Court-Wimbledon, dove si trova la fermata di Parsons Green, è stata chiusa.

Scotland Yard è intervenuta subito sul posto e sta dispiegando tutti i dispositivi di sicurezza possibili, ma, come per ogni attentato, le polemiche sulla sicurezza non mancano mai: infatti, il presidente Trump non ha esitato a dichiarare, a caldo, che gli autori dell'attacco siano già conosciuti a Scotland Yard, cosa che al momento, se vera, non è di dominio pubblico.

Mark Rowley, responsabile dell'antiterrorismo, ha detto che l'ipotesi di un coinvolgimento di una cellula composta da più persone e non di un atto compiuto da una scheggia impazzita resta in piedi. Alcuni dei feriti hanno riportato ustioni al volto mentre altri sono rimasti travolti dal 'fuggi fuggi' generale avvenuto dopo l'esplosione.

"Siamo a conoscenza dell'incidente alla stazione della Metro Parsons Green".

La città di Londra, però, è blindata: c'è anche l'esercito in strada e la premier Theresa May ha avvisato i cittadini che "vedranno più agenti armati sui trasporti pubblici e nelle strade per una maggiore protezione".

Appena due settimane prima, il 3 giugno, un furgoncino bianco si era lanciato sulla folla a London Bridge, finendo per schiantarsi contro il "Barrowboy and Banker Pub".

Altre Notizie