Gp Singapore: la Ferrari modifica nuovamente il fondo della SF70H

Formula 1, Gp di Singapore: dove vedere prove, qualifiche e gara in tv e in streaming

F1: RICCIARDO VOLA NEL VENERDI' DEL GP DI SINGAPORE

Naturalmente vogliamo essere sicuri di essere davanti a Sebastian Vettel, quello è il mio obiettivo. E stato fantastico sentire tutta la loro passione” per poi continuare, parlando della prossima sfida: “Qui in teoria potrebbe andar meglio, ma vedremo.

Pochi sorrisi anche per Kimi Raikkonen, che ha combattuto con la sua vettura in entrambe le sessioni. Ho perso la macchina al mio secondo tentativo nel settore centrale. Terzo tempo per un Lewis Hamilton che a dire il vero sembra trovarsi molto più a suo agio con la gomma soft gialla, come ha dimostrato anche in una simulazione di passo gara in cui si è giocato il passo migliore in assoluto con Sebastian Vettel. Per chi ci segue costantemente, non dev'essere una novità il sapere che con il rotolamento dello pneumatico posteriore si vanno a generare dei vortici che influiscono in modo importante sulle prestazioni e sull'efficienza di generazione del carico aerodinamico tramite il diffusore posteriore. Ma noi non pensiamo agli altri: al contrario, ci concentriamo sul lavoro che ci attende per lottare per la vittoria. Ricordo quando scelsi io di venire in questa squadra: "ero sicuro che fosse quella giusta, ma non immaginavo che mi avrebbe regalato così tante soddisfazioni". Il futuro della gara nella città-stato asiatica, la prima nella storia a svolgersi in notturna, nei mesi scorsi sembrava in dubbio dopo le parole dell'ex boss Bernie Ecclestone, secondo cui il governo locale non era più interessato ad ospitare il Mondiale dopo aver raggiunto i propri obiettivi promozionali.

A Singapore ulteriore step, visto che il Team italiano ha rivisto la forma degli slot e soprattutto li ha accorciati come si può ben vedere dalla foto confronto appena in alto, tornando alla lunghezza complessiva pre Ungheria pur mantenendo sei slot (introdotti in Ungheria). Carico di benzina un po' più basso all'apparenza anche per Daniel Ricciardo, che così come l'inglese della Mercedes gira decisamente più veloce ma anche per via di una vettura più leggera rispetto al ferrarista. Quindi nessuna sorpresa se sabato (e speriamo domenica) le cose dovessero cambiare e riportare davanti l'armata rossa che ha fatto sognare finora.

Altre Notizie