La Roma sorride, Florenzi è tornato: assist da urlo per Dzeko

Rick Karsdorp Roma

Marco Terrenato

Il ritorno di Florenzi?

Eusebio Di Francesco, allenatore della Roma.

"Dzeko? Quando parli di una grande squadra e' normale che si creino polemiche e discussioni in citta', la pressione e' alta ma noi dobbiamo saperci convivere". Il tanto temuto nubifragio c'è stato ma solo di passaggio durante la partita, i teloni messi a protezione del campo nelle ore precedenti al match sono risultati inutili, l'Olimpico tra tanti difetti ha confermato di avere almeno il miglior terreno di gioco in serie A quanto a resistenza alla pioggia. "Durante la stagione ci saranno partite che giocherà e altre in cui resterà in panchina". "Siamo potenzialmente superiori al Verona se giocheremo con aggressività e determinazione senza prenderla sotto gamba", ha evidenziato il tecnico della Roma.

Infine Florenzi ha ironizzato sulle voci legate ad una presunta lite con Totti, voci emerse nei giorni scorsi e prontamente smentite dalla Roma: "Non ci parlo più purtroppo, ci ho litigato!" ha detto scherzando il numero 24, proseguendo poi: "Sarà molto importante e lo è già, un capitano anche fuori dal campo". E ancora lui, da centravanti "aristocratico" qual è, resta in piedi dopo un fallo da rigore più espulsione provando a calciare e si fa respingere il tiro da Nicolas.

Quindi tuoni, fulmini e nubifragio che arriva puntuale ma Nainggolan cammina sulle acque e al 22′ segna lo strameritato vantaggio con inserimento da dietro e assist di El Shaarawy. Dzeko riceveva pochi palloni? Nella ripresa si riforma l'asse slava del Manchester City e Kolarov regala al suo amico Edin la palla del raddoppio.

"Ci vedremo dopo, lo scorso anno ha fatto benissimo e lo temiamo un po', visto che lo conosciamo bene". Il finale è accademia, con gli ingressi di Schick, Gerson e Moreno. La tensione c'è ma da ieri è positiva.

Altre Notizie