Milan, Montella: "Possiamo cambiare modulo, su Kalinic, Rodriguez, Bonaventura, Kessie e Suso."

Milan – Retroscena, Negli spogliatoi dopo la Lazio Montella va da Bonucci!

Milan, Andrè Silva deve convincere Montella. Contro l'Austria Vienna il bivio: una stagione in panchina o da titolare?

Domenica, come ha detto il mister, abbiamo fatto una brutta figura.

Interessanti dichiarazioni, anche in ottica fantacalcio, provengono dalla conferenza stampa di Vincenzo Montella, in vista della sfida di Europa League contro l'Austria Vienna: "Non sono preoccupato delle critiche ricevute, ma il vero Milan non è quello visto con la Lazio". Possono scambiarsi di ruolo e credo possa essere difficile a livello difensivo per noi. Chiunque giochi però non saranno scelte definitive, il turnover è una religione e un obbligo: "Difficile nel calcio moderno ragionare solo su undici giocatori, ma bisogna portare avanti più giocatori possibili, soprattutto in tre competizioni".

Kessie? "Come gli altri non ha reso come all'inizio, ci sta". Domani però c'è l'Europa League e Montella ci tiene: "Torniamo nella casa del Milan, l'Europa va onorata e rispettata. Il primo obiettivo è passare questi gironi, poi penseremo ai passaggi successivi". Bonaventura ci dà imprevedibilità, ma sta crescendo di condizione. E' determinante, salta l'uomo, ha guizzo. Pronto al rientro Alessio Romagnoli: "sono pronto per giocare. Abbiamo una squadra esperta e non credo che ci saranno problemi di inesperienza. L'Austria Vienna è un po' sottovalutato rispetto al suo valore e dovremo avere l'atteggiamento giusto in campo per evitare problemi". Non devo pensare nel breve, ma a lungo termine: "ci aspettano altre 6 partite in 20 giorni, non possono giocare sempre gli stessi quindi va gestito".

Kalinic? "Sta crescendo di condizione, è un calciatore molto altruista, che aiuta i compagni e può attaccare la profondità: mi aspetto dia questo". Importante era risollevarsi dopo il pesante ko dell'Olimpico contro la Lazio: la reazione c'è stata (benché contro un avversario non di livello) con un Andrè Silva che si candida per un posto da titolare anche in campionato.

Altre Notizie