Serie B - Il Palermo soffre e rischia, ma impatta a Foggia (1-1)

Murawski

Murawski

Nel secondo tempo è venuta fuori la superiorità del Palermo che ha cominciato a macinare gioco e creare azioni pericolose, complice anche un calo psicofisico dei foggiani. Il centrocampista francese conferma di essere in ottima forma.

Ma il Foggia è presente in campo ed al 42' trova il vantaggio: Fedato premia la sovrapposizione di Rubin, il terzino rossonera crossa basso al centro per Nicastro che controlla e calcia poi con il mancino da posizione defilata battendo Posavec sul primo palo. Occasioni da una parte e dall'altra: il Foggia non intende restare a guardare e dopo il gol sfiorato dal Palermo si getta in avanti sfiorando con un gran colpo di testa di Fedato il gol del vantaggio. A dire di no al giocatore rossonero saranno prima pochi centimetri e poi una traversa. Decisivo è stato l'ingresso del polacco Murawski: suo il gol del pareggio a dieci minuti dal termine, con un Foggia stremato e apparso incapace di contenere le folate offensive dei rosanero. In campo, infatti, sembrerebbe essere rimasto soltanto il Foggia.

A quel punto, con poca fatica, i rosanero si sono impadroniti del centrocampo, hanno pareggiato con Murawski, appena entrato al posto di Jajalo ed hanno rischiato di vincere sempre frenati, però, dalla mancanza della dovuta cattiveria sotto porta. Dei tanti palloni capitati nella sua zona di influenza sui rinvii di Posavec, il macedone, che è così bravo a difendere la palla e ad anticipare l'avversario letteralmente piantandosi in terra, non è riuscito a controllarne neanche uno. Vero, oggi giocavamo allo Zaccheria, che a volte però può farti tremare le gambe. Imprecisa è anche la mira del tiro da fuori di Gnahoré mentre è provvidenziale Guarna a bloccare in due tempi il tiro di Nestorovski, lanciato da Jajalo che aveva precedentemente vinto il contrasto fisico con Fedele. Palermo che gioca soprattutto in contropiede, e che dopo una chance sprecata da Rispoli va vicinissimo al gol al quarto d'ora: Guarna deve superarsi sul diagonale di Coronado. È l'ultimo squillo di un match che si chiude con il secondo 1-1 di fila per il Foggia allo Zaccheria.

Inizia la girandola dei cambi ma il Palermo continua ad attaccare con la conclusione terminata sul fondo di Nestorovski, mentre allo scoccare dell´ora di gioco Coronado calcia debolmente tra le braccia del numero 1 locale. Al 2' ci prova subito Fedato dal limite: palla alta.

Mister Stroppa schiera il suo Foggia con un 4-3-3 con Guarna in porta; difesa con Loiacono e Rubin ai lati di Martinelli e Camporese; in mediana Vacca agisce da playmaker tra gli interni Agnelli e Fedele; in attacco spazio al trio con Mazzeo supportato da Nicastro e Fedato.

PALERMO: Posavec 6; Cionek 5,5, Struna 6, Bellusci 6; Rispoli 5,5, Gnahoré 6,5 (88' Chochev), Jajalo 5,5 (75' Murawski 7), Aleesami 6; Coronado 6,5, Trajkovski 5,5 (63' Embalo 6,5); Nestorovski 5,5.

Altre Notizie