Sonda Cassini. A breve la discesa su Saturno dopo l'arrivo nel 2004

20170911_213007_F45D40E3

Il «suicidio» della sonda Cassini, il suo tuffo tra le nubi di Saturno

Addio alla sonda Cassini.

Dopo 13 anni di gloriosa attività per la sonda della Nasa Cassini è arrivata l'ora della sua fine.

"Cassini ha una relazione di lunga durata con Titano, con un nuovo appuntamento quasi ogni mese per più di un decennio", ha sottolineato il dottor Earl Maize della NASA, Project Manager della missione presso il Jet Propulsion Laboratory.

Prima di schiantarsi e scomparire nelle nebbie del pianeta, Cassini ci darà una serie di nuovi dati sulle caratteristiche delle nuvole che circondano Saturno, fino a quando, entrando nell'atmosfera, a causa della pressione e del calore diventerà un meteorite, incendiandosi, e finendo il suo lungo viaggio.

"L'orario per il gran finale è confermato e la discesa della sonda sarà rapidissima, durerà appena qualche minuto", ha aggiunto.

Ma perché la missione deve terminare con questo "suicidio"?

Si prepara così un addio spettacolare a una missione destinata a restare nella storia come una delle più importanti e avventurose dell'era spaziale.

Dopo venti anni sta per concludersi la missione Cassini.

Altre Notizie