Stupro Rimini, il padre dei due marocchini: "Tra due anni saranno liberi"

Il padre degli stupratori di Rimini: «I miei figli tra due anni saranno liberi e puliti»

Il padre degli stupratori di Rimini: “Tra due anni i miei figli saranno liberi ed avranno una famiglia”

"Mi spiace per quella ragazza, ma i miei figli hanno imparato la lezione, non avranno più brutte amicizie e si comporteranno bene" ha aggiunto poi. L'uomo è infatti il protagonista di un filmato mandato in onda durante la trasmissione Matrix di Canale 5 andata in onda ieri sera.

Il sindaco ha sottolineato che quelle frasi fanno comprendere la totale incapacità di comprensione da parte dell'uomo dello Stato di diritto che è governato da Costituzioni e leggi che producono effetti, conseguenze, responsabilità: non capire dimostra, quindi, la totale assenza di empatia con quelle persone cui è stata brutalmente rovinata la vita.

"Sono ragazzini, due o tre anni e poi usciranno dal carcere, andranno a lavorare, cambieranno vita e si faranno una famiglia". Il branco ha iniziato la sua notte folle bevendo nella zona del porto di Rimini. Su un'altra spiaggia di Rimini, all'altezza del bagno 20, uno dei ragazzi si sarebbe avvicinato con tono amichevole ai due giovani italiani, di 19 e 20 anni, poi sarebbero sbucati gli altri tre. Da un punto di vista morale tutto questo deve lasciare un segno profondo, non solo purtroppo nelle vittime ma soprattutto nei disumani carnefici, qualunque sia la loro età anagrafica.

Altre Notizie