Trenitalia, l'Ad Barbara Morgante lascia a sorpresa

Trenitalia Morgante si dimette arriva Iacono

Terremoto Fs: Morgante lascia, dissensi sulle Frecce

Cambio a sorpresa per i vertici di Trenitalia. L'amministratore delegato, Barbara Morgante e tutto il cda hanno presentato le proprie dimissioni nella serata del 12 settembre. Il nuovo cda, che sara' nominato dalla prossima assemblea di Trenitalia, sara' composto da Tiziano Onesti (riconfermato presidente), Orazio Iacono (attuale capo della divisione passeggeri regionali e membro del cda di Busitalia) con l'incarico di amministratore delegato e direttore generale, Paolo Colombo, Antonella D'Andrea - responsabile fiscale Gruppo FS e nuovo consigliere - e Maria Rosaria Maugeri. Morgante torna nella capogruppo (Fs) a guidare una nuova direzione per le partecipate estere mentre Iacono, "un uomo di linea, un ingegnere", prende in mano la governance della società operativa di Trenitalia. Come noto, Mazzoncini punta a quotare in Borsa Ferrovie dello Stato, in particolare la società che gestisce Frecce e Intercity, mantenendo pubblica la rete dei binari e delle infrastrutture ferroviarie.

La decisione, riferiscono le stesse fonti all'agenzia di stampa, si spiega con il fatto che la manager ha portato a termine tutte le azioni previste dal suo mandato, dallo scorporo della divisione cargo e la nascita di Mercitalia alle operazioni all'estero. Un "incarico delicato", sottolineano ancora fonti interne a Fs, su cui si gioca l'importante business internazionale, e che conferma il ruolo di primo piano che l'ex ad continuerà ad avere anche in futuro nella gestione del sistema ferroviario.

Altre Notizie