Virus del Nilo: scatta un nuovo allarme

Cos'è il virus del Nilo

West Nile virus, scattati i controlli sulle donazioni di sangue

Virus del Nilo, anche a Viterbo le zanzare infette. Due nuovi casi dell'arbovirus di origine africana, che da qualche anno interessa anche l'Italia, soprattutto nell'area della Pianura Padana, sono stati segnalati a Viterbo a danno di due cavalli. Si tratta di: Reggio Emilia, Ravenna, Modena, Venezia, Rovigo, Brescia, Cremona, Bologna, Ferrara, Padova, Verona, Oristano, Mantova, Novara, Pavia, Milano, Piacenza, Lodi, Viterbo, Treviso, Vicenza, Livorno.

Dichiarando al momento del prelievo d'avere dormito anche solo una notte a Viterbo, così come in altre province dove il virus è stato rilevato, si è esclusi temporaneamente dal prelievo, per un periodo di 28 giorni. Continueranno invece le normali donazioni per i cittadini viterbesi che andranno a donare sul territorio, questo grazie al lavoro della Asl locale che ha predisposto test specifici per i donatori (NET), capaci di individuare l'eventuale presenza del virus.

Il virus West Nile è presente in 22 province italiane, ma non c'è nessun allarme per le donazioni di sangue, perché le sospensioni per chi ha soggiornato nelle zone colpite è solo temporanea.

Il virus del Nilo Occidentale è trasmesso dalle zanzare culex - la cosiddetta zanzara comune - durante la stagione estiva. L'infezione umana è in oltre l'80% dei casi asintomatica; nel restante 20% dei casi i sintomi sono quelli di una sindrome pseudo-influenzale, ma nell'1% l'infezione virale può provocare meningite o meningo-encefalite. In particolare - spiega all'Adnkronos Salute Gianni Rezza, direttore del dipartimento Malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità - quest'infezione tende a colpire il cavallo e l'uomo. Quel virus che si trasmette tramite la puntura di una zanzara.

"La disinfestazione delle zanzare è l'arma migliore", assicura l'esperto.

Dopo i casi di infezione da malaria, zika, antrace e Chikungunya ritorna anche il virus del West Nile (o virus del Nilo Occidentale) dopo alcuni giorni di silenzio.

Altre Notizie