Conte: "Morata e Kanté non giocheranno col Crystal Palace"

Chelsea - Si ferma Kante: i tempi di recupero

Conte: "Morata e Kanté non giocheranno col Crystal Palace"

Antonio Conte scende in campo, e stavolta lo fa per chiarire i toni di un'intervista evidentemente fraintesa.

Non solo la Nazionale: si è parlato anche di un possibile approdo al Milan dalla prossima stagione.

Si è poi insistito sul tema prendendo in considerazione i cattivi rapporti con il "braccio destro" di Abramovich e l'insoddisfazione per il mercato.

"Da due settimane leggo cose sbagliate". Il tecnico pugliese rassicura i propri tifosi e smentisce alcune false voci sul suo conto: "La mia famiglia è qui con me, non in Italia, e mia figlia frequenta la scuola qui". Ma conosco bene la mia posizione: ho ancora due anni di contratto con il Chelsea, sono felice di lavorare per loro, con i miei giocatori. Io ho concesso un'intervista ma la traduzione è stata sbagliata. Ho soltanto detto che un giorno mi piacerebbe tornare in Italia. Non sono in Italia, a differenza della scorsa stagione. "Sono al Chelsea per costruire qualcosa di importante".

L'ex ct della nazionale ha risposto anche sulla possibilità che Pirlo faccia parte del suo staff, di cui s'è discusso dopo l'annuncio di ritiro dal calcio alla fine del suo contratto con i New York City: "So che ha deciso di ritirarsi e finire la sua carriera a dicembre".

Altre Notizie