Migranti, a Palermo nave con 600 persone: 240 sono bambini e adolescenti

Migranti domani a Palermo in 606

Migranti: approda a Palermo la 'nave dei bambini', 240 su 604 sono minori

Oltre 600 migranti sono arrivati questa mattina a Palermo, a bordo della nave Aquarius dell'organizzazione umanitaria Sos Méditerranée. A bordo ci sono anche 11 donne incinte, di cui due al nono mese di gravidanza, e un neonato di appena una settimana sono stati subito presi in carico dalla ostetrica di Medici senza Frontiere. Molti naufraghi presentano sintomi di malnutrizione, un giovane porta i segni di ferite da arma da fuoco e machete. Alcune delle donne di origine subsahariana sbarcate dalla nave hanno riferito di essere state ripetutamente violentate e di essere state imprigionate per diversi mesi prima di arrivare a Sabratha. Tra i minori ben 178 non sono accompagnati.

I profughi provengono da 15 paesi differenti: Siria, Egitto, Mali, Costa d'Avorio, Guinea Bissau, Sudan, Marocco, Somalia, Eritrea, Senegal, Camerun, Nigeria, Liberia, Etiopia, Algeria, Ghana, Benin, Gambia, Yemen. C'e' chi ha parlato di violenze sessuali, torture e segregazioni.

"Siamo fuggiti dalla Siria e siamo arrivati in Libia nel 2012. Tutto ormai ruota intorno al racket e al traffico di esseri umani: a seconda della tua nazionalità ti viene chiesta una certa somma di denaro".

E' uguale per tutti gli stranieri, se non sei libico non sei niente. "Tanti bambini che sono inconsapevoli vista l'età, ma hanno uno sguardo tra la paura e l'angoscia per quello che li aspetta". O il mare o la morte. "Di fronte all'assenza di un adeguato dispositivo di salvataggio istituzionale, Sos Mediterranee continua e continuerà la sua missione in mare durante tutto l'inverno, per il secondo anno consecutivo". Sono 606 le persone, raccolte in mare nelle ultime 36 ore in sette operazioni diverse. In mancanza di un'alternativa sicura, non hanno altra scelta che tentare la traversata del tratto di mare più mortale al mondo.

Altre Notizie