Priolo, il sindaco Antonello Rizza si è ufficialmente dimesso

L'arresto di Rizza i contatti con Floridia Melilli e Solarino

Arrestato sindaco di Priolo, candidato alle Regionali in Sicilia

Gli agenti di polizia di Priolo hanno arrestato, con l'accusa di truffa e tentata truffa, il sindaco di Priolo e candidato alle elezioni regionali siciliane nelle liste di Forza Italia Antonello Rizza. E' candidato nella lista di Forza Italia. "Ho detto con estrema chiarezza - ha concluso - che se nella mia coalizione ci sono candidati che hanno problemi con la giustizia non votateli".

Nella stessa mattina delle dimissioni, viene reso noto dalla Prefettura di Siracusa attraverso un comunicato stampa che "il Prefetto ha dichiarato sospeso di diritto dalla carica di Sindaco, Antonello Rizza, primo cittadino del Comune di Priolo Gargallo, arrestato in esecuzione di un'ordinanza cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Siracusa" e che "la sospensione di diritto del Sindaco è prevista dall'art".

Per Artale e Sebastiano Carpinteri, uno dei 14 indagati nell'inchiesta, disposta la misura cautelare del sequestro preventivo, rispettivamente per 15 mila 461euro in relazione alle condotte di truffa e frode e per 86 mila 278 euro per truffa ai danni del Comune in relazione alla gestione della piscina comunale. Oltre a questo, ha altri procedimenti giudiziari con 22 capi d'imputazione totali, tra cui corruzione, concussione, associazione a delinquere, truffa, abuso d'ufficio, tentata estorsione. Ma lui si era subito difeso ribadendo che dopo sei anni di vicende giudiziarie non è mai arrivata una condanna.

"Saranno i cittadini - ha aggiunto Musumeci - a fare pulizia dei candidati impresentabili, quella pulizia che non sono riusciti a fare i partiti".

Altre Notizie