Sacerdote italiano sequestrato in Nigeria

Un’immagine del gruppo islamista Boko Haram

Un’immagine del gruppo islamista Boko Haram

Un sacerdote italiano della diocesi di Roma è stato sequestrato ieri in Nigeria.

I quattro sono stati bloccati da uomini armati che dopo averli rapinati hanno portato via solo il sacerdote. Sull'accaduto è già stata allertata l'unità di crisi della Farnesina e la procura della Repubblica ha aperto un'indagine affidata al pm Sergio Colaiocco, del gruppo antiterrorismo. Nel paese africano è attivo il gruppo terrorista di Boko Haram.

Don Maurizio Tallù ha 63 anni, e proprio nel capoluogo toscano ha incontrato il Cammino neocatecumenale, è stato missionario laico per 11 anni in diversi Paesi del mondo.

Da "presbitero itinerante" della "Fondazione Famiglia di Nazareth" per l'evangelizzazione itinerante, Don Maurizio era partito per l'Africa, diffondendo il Cristianesimo nell'arcidiocesi di Abuja, in Nigeria.

Altre Notizie