Facevano rapine durante i permessi-premio: tre arresti

Facevano rapine durante i permessi-premio: tre arresti

Tre arresti per rapina, uno dei fermati era in permesso premio dal carcere

Nel luglio dell'anno scorso i tre avrebbero fatto irruzione armati di pistola alle poste di Via Aldo Moro, a Monreale ma il colpo fallì grazie all'intervento di un carabiniere in borghese che si trovava in fila allo sportello.

Alle prime luci dell'alba i Carabinieri della Compagnia di Monreale hanno arrestato tre uomini, accusati di aver commesso una rapina in un ufficio postale e in un supermercato. Qui furono affrontati da un carabiniere libero dal servizio che, occasionalmente presente in quell'Ufficio Postale assieme alla moglie e alla figlia minorenne, era riuscito a metterli in fuga. Scelgono un supermercato di via Beato Angelico, ma questa volta riescono a portare via l'incasso di 225 euro.

I carabinieri sono risaliti ai rapinatori grazie a lunghe indagini, svolte attraverso l'analisi dei filmati dei sistemi di video-sorveglianza, intercettazioni e servizi di osservazione e pedinamento. I tre arrestati sono palermitani: Vincenzo Chiofalo, di 24 anni, Francesco Quartararo, di 25 anni, e Umberto Milazzo, di 28 anni.

Il veicolo è stato ritrovato dopo alcune settimane nelle vicinanze dell'abitazione del proprietario.

Più che paradossale, invece, la posizione di Milazzo che, in permesso premio dal carcere, dov'è tuttora detenuto sempre per rapina, si era unito alla banda per commettere le rapine. Nel corso dell'ispezione del mezzo, è stata trovata un'intercapedine sotto la pedana poggia piedi del lato passeggero dove era stata nascosta l'arma durante gli spostamenti tra Monreale e Palermo.

Le perquisizioni a casa degli indagati hanno permesso di trovare e sequestrare gli indumenti utilizzati durante le rapine, i telefoni cellulari e una pistola giocattolo, utilizzata per mettere a segno i colpi.

Altre Notizie