Italia-Svezia, l'ora della verità: Jorginho a centrocampo e Gabbiadini in attacco

Bonucci stasera giocherà con la maschera per la frattura del setto nasale

Bonucci stasera giocherà con la maschera per la frattura del setto nasale

Una partita che vale la storia: Italia-Svezia di questa sera è una delle partite più importante della storia della Nazionale azzurra.

Out o in. Dentro o fuori: non ci sono mezze misure. Toppare la qualificazione equivarrebbe a un danno di immagine e a una macchia disonorevole che sarà difficile cancellare. Ribaltare l'1-0 dell'andata non sarà facile, per questo è stato scelto San Siro a far da cornice a quella che si preannuncia una serata più che infuocata.

Serve una vittoria larga e un gioco di grande orgoglio, cosa che è davvero mancata alla Nazionale dopo la debacle di settembre al Bernabeu contro la Spagna.

Italia (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva (76′ Bernardeschi), Florenzi, Jorginho, Parolo, Darmian (63′ El Shaarawy); Gabbiadini (64′ Belotti), Immobile. Per Ventura, Tavecchio e tutti i vertici federali, ora, si apre la lunga stagione dei processi e delle condanne. Nella rifinitura ad Appiano Gentile, Ventura ha provato Manolo Gabbiadini al fianco di Ciro Immobile, e così vorrebbe presentarsi all'appuntamento con la Svezia. In difesa, sulla destra, al posto di Krafth ci sarà Lustig mentre a centrocampo con Larsson dovrebbe esserci Johansson, match winner dell'andata.

Altre Notizie