Katainen bacchetta l'Italia: "I conti non migliorano"

Ue all'Italia conti pubblici non migliorano. Katainen

Il richiamo della Ue: «I conti pubblici dell'Italia non migliorano»

Nuova lettera Ue in arrivo per l'Italia. Anche lo scorso anno la Commissione rinviò la decisione definitiva sulla legge di stabilità a maggio, dopo aver chiesto all'Italia una correzione dello 0,2% entro il 30 aprile, che il Governo realizzò nei tempi previsti.

La Commissione europea si appresta a inviare al governo italiano una lettera di richiesta di chiarimenti sulla bozza di bilancio per il 2018. La notizia arriva al termine della riunione del collegio dei commissari, che ha discusso anche dell'opinione sulla legge di bilancio italiana, comunque attesa per il prossimo 22 novembre.

Più perentorie e assai meno sfumate invece la parole pronunciate quasi in contemporanea con questo annuncio dal numero due della Commissione, il finlandese Jyrki Katainen, considerato un "falco" del rigore finanziario europeo. "Il fatto è che tutti possono vedere dai numeri che la situazione in Italia non migliora", spiega.

Altre Notizie