Cyber bullismo, depressione: i presunti motivi del suicidio di August Ames

August Ames è morta, la pornostar si è tolta la vita a 23 anni

Accusata di omofobia,trovata morta la pornostar canadese August Ames. La famiglia: «Si è suicidata»

La morte di August Ames, giovanissima star del mondo del di soli 23 anni, continua ad inserirsi in un quadro dai tratti poco chiari. Il profilo twitter di August Ames è stato bersagliato da uno 'shitstorm', una pratica organizzata a tavolino che consiste nel riempire di insulti una pagina facebook, una casella di messaggi o oppure, come in questo caso, un profilo social.

La sua scelta di non girare una scena di sesso con un attore che in passato aveva recitato in film porno gay era stata motivata pubblicamente con il fatto di voler evitare di contrarre il virus HIV. La stampa americana ipotizza che l'attrice possa aver messo fine alla sua vita soprattutto dopo le recenti accuse online di omofobia.

Molte ragazze non vogliono girare con uomini che hanno fatto scene porno gay, per sicurezza. "Era la persona più gentile che abbia mai conosciuto e per me era tutto - ha dichiarato suo marito Kevin Moore alla rivista specializzata Adult Video News -. Non so cosa fanno nella loro vita privata", aveva scritto su Twitter. "Amo la community gay e questo non c'entra con l'omofobia". Sconosciute le cause della morte.

Le accuse contro la giovane pornostar erano di carattere omofobo e ultimamente era stata anche pesantemente attaccata con violenza verbale.

Una notizia incredibile ha sconvolto il mondo dei film hard.

Ecco perché quella della depressione, ipotesi suffragata da affermazioni di amici dell'attrice, appare come la strada più credibile e meno "di pancia" da percorrere per comprendere come mai una ragazza di 23 anni sia arrivata a commettere un gesto così estremo, il più estremo di tutti, ai danni della propria incolumità.

Altre Notizie