Genoa, Ballardini in conferenza: "A Firenze un Genoa furioso"

Genoa Ballardini perde un elemento a centrocampo

Ballardini: "Soddisfatto del nostro lavoro!"

Mister Ballardini, dopo la prima sconfitta della sua gestione, martedì sera contro l'Atalanta, il Genoa ha subito bisogno di ripartire."È stato il miglior Genoa da quando sono arrivato, almeno questo dicono i numeri che riguardano il possesso palla e le occasioni da rete create, ma è anche quello che ha perso la prima partita".

Purtroppo per risolvere il mal di gol l'allenatore non potrà ancora contare, oltre che sull'indisponibile Pellegri, anche su Pepito Rossi, il cui transfer sembra ormai destinato ad arrivare a Villa Rostan non prima del 3 gennaio del 2018. La sfida del Franchi sarà diretta dall'arbitro Calvarese, con l'internazionale Valeri e Rapuano al Var. A margine dei temi tecnici, il Genoa sta portando avanti, con il direttore generale Giorgio Perinetti, anche un piano di prolungamento dei contratti in scadenza. Ma preferisco avere un baricentro più bassoperché è sempre meglio essere compatti e aggressivi. Abbiamo tanti attaccanti, forse solo Galabinov è una prima punta classica, ma non ci siamo fatti domande per il mercato: "quando arriverà il momento, vedremo cosa fare". La Fiorentina è una squadra in salute e lo ha dimostrato nelle ultime gare pareggiando a Napoli e segnando in casa tre reti sia al Sassuolo che alla Sampdoria. Ad oggi non ci sfiorano nemmeno.

Contro la Fiorentina, Pandev o Lapadula?

E non a caso lei insiste ossessivamente sulle due fasi di gioco.

"Ha cambiato molto, mantenendo però alcuni giocatori importanti come Astori, Badelj e Chiesa in attacco". È una squadra in crescita, con giocatori molto interessanti. "Ma andremo a fare la nostra partita". Mancherà invece il centrocampista Rigoni fermato da un attacco influenzale.

Altre Notizie