Morti per tallio, c'è la svolta: arrestato il nipote delle vittime

Tallio svolta nelle indagini tracce del metallo pesante in una tisana artigianale

Tallio svolta nelle indagini tracce del metallo pesante in una tisana artigianale

Le ipotesi all'inizio erano state le più varie, dato che gli inquirenti brancolavano ancora nel buio.Il primo a essere tirato in ballo per l'avvelenamento era stato un possibile topicida, dato che fino a qualche anno fa il tallio si trovava in quantità considerevoli in prodotti di questo tipo. La mia deduzione è che si tratti di una specie di setta. Secondo la madre, però, da anni il ragazzo non entrava in una chiesa: ai funerali dei suoi nonni morti per l'avvelenamento da tallio causato proprio da lui non andò nemmeno.

L'indagine è condotta dall'Aliquota operativa di Desio, comandata dal S. Ten. Le indagini hanno subito un'accelerazione notevole dopo il ritrovamento di tracce di veleno nell'erba per gli infusi a casa dei parenti dei deceduti. La svolta era poi arrivata invece dalla casa di via Padova e dalle erbe usate per l'infuso. Ricoverate in ospedale altre cinque persone.

Il bilancio della drammatica vicenda è un'intera famiglia distrutta. "In alcuni casi servono diversi mesi di cure perché il livello torni alla normalità, abbiamo avuto dei casi in cui sono stati necessari cinque mesi di trattamenti".

Il giovane e' ritenuto responsabile del triplice omicidio del nonno 94enne e di una zia 67enne (morti il 2 ottobre) e della nonna 83enne (morta il 13 ottobre), avvenuta "a mezzo somministrazione di solfato di Tallio". Tutte, però, si erano rivelate infruttuose. Il soggiorno in quel luogo, nello stesso arco di tempo, aveva indirizzato gli inquirenti verso la possibilità che si trattasse di una tragica fatalità (ad esempio l'avvelenamento attraverso il cibo). In un giallo di Agatha Christie, Un cavallo per la strega, è il parroco del paese il primo che muore, avvelenato dal tallio, con in tasca una lista di nomi di persone, in apparenza scollegati.

Altre Notizie