Senato respinge pregiudiziale costituzionalità su biotestamento

Biotestamento oggi se ne discute in aula al Senato

Parlamento: a sorpresa il Senato discuterà del ddl sul biotestamento

Così, dopo mesi di pantano istituzionale, nella giornata di ieri il biotestamento è stato calendarizzato per l'approvazione finale in Senato, ma nonostante l'accelerazione la legge rischia di rimanere nuovamente ostaggio dell'ostruzionismo parlamentare, a meno che il governo non decida di intervenire legandola a un voto di fiducia. Il voto finale avrà infatti luogo, salvo imprevisti (peraltro non improbabili) giovedì 14 alle ore 13, con dichiarazioni di voto a partire dalle 11. Nessun emendamento invece da parte del M5s e Pd. Le Dat devono essere redatte per atto pubblico o per scrittura privata autenticata o consegnata presso l'ufficio dello stato civile del comune di residenza, che provvede all'annotazione in apposito registro, ove istituito, oppure presso le strutture sanitarie qualora si servano di modalità telematiche di gestione. Settantaquattro le proposte di modifica di 'Federazione della Libertà', 28 quelle di Gal, 19 del gruppo Autonomie-Psi-Maie e 7 del Misto.

L'aula del Senato ha respinto la pregiudiziale di costituzionalità al ddl sul biotestamento.

Sconvocate le commissioni Altra spia della tensione che sale tra le forze politiche: tutte le commissioni e le Giunte del Senato sono state sconvocate per consentire ai parlamentari di occuparsi esclusivamente dei lavori dell'Aula dedicati al disegno di legge sul biotestamento.

Domani l'Assemblea di Palazzo Madama non si riunirà, perché la commissione Affari Costituzionali sarà impegnata nell'esame degli emendamenti sui collegi della legge elettorale. Anche Forza Italia potrebbe lasciare ai propri senatori la possibilità di scegliere singolarmente cosa votare, così come fatto alla Camera, dove alcuni deputati azzurri dissero sì al testo.

Altre Notizie