Tim: avanti con Mediaset sui contenuti

Tim avanti con Mediaset sui contenuti

TIM, la strategia "panem et circenses": a voi fibra e calcio

Al netto di tutto le chiacchiere sul digital divide, analfabetismo informatico, prestazioni in download, architetture di rete. per una buona fetta del pubblico italiano il "calcio" è lo stupefacente che giustifica (quasi) ogni spesa.

Secondo Calcio e Finanza, è in via di valutazione, un accordo tra Mediaset e TIM per apportare una variazione degli attuali diritti tv del calcio in Italia.

Lo farà attraverso TIM e non TIM Vision, che è la joint-venture creata con Canal+ (Vivendi), per evitare problemi alla Consob.

Cosa Telecom vorrebbe da Mediaset? In queste ore gli avvocati di Mediaset e Vivendi si sarebbero accordati su una cifra di risarcimento, che i francesi accettano di corrispondere agli italiani per non aver rispettato il contratto del 2016 in cui si impegnavano ad acquistare Premium, valutandola 760 milioni. Si è parlato di "creazione di valore per massimizzare convergenza e offerte in bundle scalabili sfruttando al massimo l'estensione delle reti ultra broadband di TIM in fibra e LTE", nonché "un maggiore e migliore utilizzo di data analytics e digitalizzazione, che contribuirà a migliorare l'efficienza permettendo una maggiore qualità del servizio alla clientela e a produrre margini più alti e aumentare la generazione di cassa".

Nei prossimi mesi Tim continuerà "a vagliare le diverse ipotesi per stabilire se la separazione della rete sia necessaria per rispondere agli input delle istituzioni e per creare valore".

Leggi anche: Goodbye Telecom o Goodbye Rete?

Approvato il piano di bilancio e strategico per i prossimi due anni.

.

Il consiglio di amministrazione di Telecom, nelle scorse ore, avrebbe dato il via libera a un nuovo (potenziale) accordo con Mediaset per l'acquisto di contenuti da proporre ai propri clienti delle rete fissa e mobile. Il nuovo accordo sarebbe operativo dal 2018 e arricchirà la piattaforma TIMVISION accessibile tramite decoder, smart TV, web o app (qui sotto trovate il badge per scaricarla). La Società sta negoziando accordi analoghi con altri player di mercato.

Secondo gli analisti di settore, l'accordo tra Mediaset e TIM è sintomatico di un'apertura che potrebbe portare alla definizione della spinosa vicenda tra il Biscione e Vivendi, considerato che quest'ultima è il principale azionista singolo della compagnia telefonica, che di fatto controlla (col 23,94% delle azioni, a fronte di altri investitori che ne detengono il 71,53%, la norvegese Norges Bank il 3,45%, mentre l'1,08% è riferito ad azioni proprie).

Altre Notizie