CdS - Juventus, Han piace eccome. Summit con il Cagliari per il nordcoreano

As scrive La Juve perplessa su Han finanzierebbe regime di Kim Jong-un | Sport e Vai

Da Torino: "Napoli e Tottenham sfidano la Juve per il talento Han, ma i bianconeri giocano d'anticipo: ecco le mosse col Cagliari"

La Juventus fa sul serio per il nordcoreano Han Kwang-Song.

Sulle qualità di Han Kwang Song, tutti concordano: la giovane promessa nordcoreana 19enne di proprietà del Cagliari ma in prestito al Perugia è tra i più interessanti profili attuali del nostro movimento calcistico e molto probabilmente a fine stagione - se rispetterà le attese - potrebbe anche compiere il grande balzo.

Secondo quanto riportato in mattinata dal quotidiano sportivo spagnolo AS, ciò che frenerebbe la Juventus dall' accelerare per mettere le mani sul giocatore, sarebbe una vera e propria questione morale legata alle restrizioni dettate dal regime di Kim Jong-un: il governo nordcoreano infatti, obbliga i suoi cittadini che lavorano all'estero a versare parte del proprio stipendio nelle casse dello Stato, come risposta alle sanzioni dell'ONU ai danni della Nord Corea.

In questa prima parte di stagione, il giovane attaccante asiatico si è messo in mostra come uno dei migliori talenti del campionato cadetto ed è entrato nei radar di parecchi osservatori, con quelli bianconeri in pole position. Viene ricordato di come ad Han venne proibito di andare in Rai come ospite perchè fu chiamato all'ultimo momento da un ministro del suo paese che bloccò l'intervista, minacciandolo di rimpatriarlo. E' di circa 10 milioni di euro, infatti, la valutazione fatta da Giulini.

Da questo punto di vista, la Juventus può contare su tantissimi giocatori pronti a girare al Cagliari. Uscito a 13 anni dalla Corea del Nord, il giocatore è passato per Barcellona (da qui l'etichetta di Messi coreano) dove si è formato nella Fundacion Marcet e poi è esploso in Italia ma in Spagna sottolineano che le perplessità del club bianconero su di lui siano di natura politica. Scrivo principalmente editoriali dalla mia afosa stanza singola.

Altre Notizie