Emergenza in California, le inondazioni non si fermano: almeno 13 morti

Maltempo in California, frana travolge case: cinque morti

Piogge e incendi, in California sfollare 21000 persone

Los Angeles, 10 gen. (askanews) - Sono almeno 13 le persone morte nel Sud della California a causa degli smottamenti provocati da violentissime piogge: quasi tutti i corpi senza vita sono stati scoperti dalle squadre di soccorso che stanno rimuovendo gli ammassi di fango a Montecito, a Nord-Est di Los Angeles, ha detto la polizia nella notte, aggiornando il bilancio delle vittime.

Il flusso di fango e detriti è stato innescato dalle forti piogge cadute ieri che hanno fatto esondare un torrenteche percorre le colline sopra Montecito e che sfocia nell'Oceano Pacifico. Migliaia di persone sono rimaste senza corrente, e circa 7000 hanno ricevuto un ordine di evacuazione dalla Contea di Santa Barbara. La velocità della colata ha travolto tutto quello che incontrava, distruggendo case e automobili. Potrebbero esserci ancora persone disperse e intrappolate. Bloccate - riporta RaiNews -le strade di Montecito da fango e detriti che rotolavano per le vie ricche di Santa Barbara.

L'incendio di Thomas è scoppiato il 4 dicembre e ha bruciato circa 1.100 chilometri quadrati nelle contee di Santa Barbara e Ventura. E proprio la distruzione della copertura boschiva, a causa degli incendi ha probabilmente reso più fragile l'assetto idrogeologico del territorio della costa meridionale californiana.

Altre Notizie