Emergenza influenza: 680 accessi al pronto soccorso di Lavagna in 5 giorni

Influenza: a Gallipoli è già record di accessi al Pronto soccorso. In attesa del picco

Influenza in Liguria, l'assessore: «Non siamo ancora fuori dal “picco”»

Il sindaco ha intenzione di convocare nei prossimi giorni i direttori generali delle due aziende, Giuseppe Panella e Antonio Belcastro, per un esame della situazione e per verificare se passi in avanti sono stati fatti anche in relazione agli altri punti contenuti nell' ordinanza: il reclutamento esterno di personale medico e infermieristico e, nelle more, l'utilizzazione presso il Pronto Soccorso di personale interno operante presso altri reparti; l'istituzione di un servizio di sorveglianza (guardie giurate) nell' area del Pronto Soccorso per garantire agli operatori condizioni di sicurezza e tranquillità, nonché di disciplinare gli ingressi e controllare gli accessi; l'esecuzione dei lavori di ampliamento dei locali. Numeri che testimoniano come in questo primo scorcio del 2018 quella che è stata definita "emergenza influenza" abbia intasato di lavoro anche il pronto soccorso dell'Asl 4. "All'affollamento del periodo, con tantissime persone che si presentano nei pronto soccorso per problemi legati all'influenza, e alla carenza di posti letto nelle nostre strutture, si aggiungono le malattie del personale sanitario", in alcuni casi 'decimato' dall'influenza, tanto da dover "ridurre le attività operatorie".

"E' prevedibile che la situazione, con l'arrivo del picco della sindrome influenzale, possa ulteriormente peggiorare e diventare una vera e propria emergenza sanitaria". Fra cui anche la polmonite, che a Genova ha fatto registrare un incremento di casi, soprattutto negli ultimi giorni, e a Sanremo un decesso. "Almeno in rapporto a quello che accade nell'area metropolitana". Viale ha ricordato che "la maggioranza degli accessi riguarda codici bianchi e verdi, i codici rossi e gialli sono sempre stati trattati immediatamente, i codici verdi, mediamente in un'ora". "Abbiamo trovato posti letto per tutti - dice Orlandini - E voglio fare un plauso agli operatori del pronto soccorso e degli altri reparti per l'impegno che hanno messo e stanno mettendo in questo momento complicato".

Altre Notizie