In Veneto influenza a rilento: "solo" 30 mila a letto nell'ultima settimana

In Veneto influenza a rilento:

In Veneto influenza a rilento: "solo" 30 mila a letto nell'ultima settimana

"Sono 802 mila i casi registrati nella prima settimana del 2018, per un totale dall'inizio della sorveglianza di circa 3 milioni di casi". E' quanto emerge da un'elaborazione della Coldiretti Lombardia su dati del Ministero della Salute.

Il numero di casi è in diminuzione nella fascia pediatrica da 0 a 14 anni, con un'incidenza settimanale di 22 casi per 1.000 assistiti, in aumento nelle persone fra i 15 e i 64 anni (i casi sono 20 per 1.000 assistiti) e soprattutto negli fascia degli ultrasessantacinquenni (13 casi per 1.000 assistiti).

Aumentare le calorie consumate, iniziando la mattina con latte, miele o marmellata e portando poi a tavola soprattutto zuppe, verdure, legumi e frutta, aiuta a rafforzare le difese immunitarie. "E' molto importante ricordare - tengono a sottolineare gli esperti - che la vaccinazione rimane il principale strumento di prevenzione dell'influenza e che, per chi non si fosse ancora vaccinato e presentasse una condizione di rischio, sarebbe importante farlo, anche adesso. Con la discesa del termometro arriva anche il "permesso" ad aumentare le calorie consumate in relazione ad attività, sesso, età e necessità personali". Il dato complessivo è in linea con la scorsa stagione influenzale. Nella dieta non vanno trascurati piatti a base di legumi perché contengono ferro e sono ricchi di fibre. Per la frutta di grande importanza per il grande contenuto di vitamina C, è il consumo di frutta di stagione come i kiwi, clementine e arance rigorosamente italiane per evitare che i trasporti ne riducano il contenuto vitaminico.

Altre Notizie