La Ue cambia idea: l'olio di palma non è pericoloso

Olio di palma non è pericoloso

Olio di palma, alzato il limite di consumo raccomandato

C'è un "potenziale problema di salute per i forti consumatori delle fasce di età più giovane" e per i neonati nutriti solo con latte artificiale.

L'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) ha rivisto al rialzo la dose giornaliera tollerabile di uno dei contaminanti che si sviluppano durante i processi di raffinazione degli oli vegetali, in particolare dell'olio di palma.

Meno pericoloso di quanto si pensava, questo è il verdetto.

Questa valutazione non è cambiata.

Efsa ha aggiornato il limite di sicurezza perché, nel frattempo, ha cambiato anche il metodo utilizzato per calcolarlo. Efsa è comunque più cauta rispetto all'Organizzazione Mondiale della Salute che ha fissato l'asticella a 4 microgrammi per chilo. Tanto che Efsa non ha stabilito un livello di sicurezza: anche una minima presenza comporta un rischio per la salute.

La Commissione europea sta ultimando la nuova legislazione dell'Unione Europea volta a ridurre i livelli di GE in oli vegetali e alimenti.

Assoluzione piena, quindi, per il bistrattato olio di palma?

Altre Notizie