Mihajlovic esonerato dal Torino, Cairo affida la panchina a Mazzarri

Mihajlovic esonerato dal Torino, Cairo affida la panchina a Mazzarri

Mihajlovic esonerato dal Torino, Cairo affida la panchina a Mazzarri

Se a Mihajlovic è rimasta in corpo tanta rabbia, la scorsa notte è stata convulsa e insonne anche per i dirigenti granata: perché adesso si tratta di voltar pagina al più presto, con la squadra che oggi si allenerà al Filadelfia e una partita fondamentale da preparare. I ragazzi - ha aggiunto - erano un po' frastornati, ma è normale, erano affezionati al loro allenatore e questo è un bene: "vuole dire che c'è del materiale umano di spessore". "Devi bilanciare le cose, l'importante è avere sinergia con la squadra". In campionato però i rossoneri stentano, il gioco non decolla, il feeling con Berlusconi neppure e arriva l'esonero. Cairo è pronto a "gettarsi" sul mercato allenatori per sostituire l'ormai ex tecnico granata.

Il Toro volta pagina. Fatale a Sinisa Mihajlovic il kappaò nel derby di Coppa Italia contro la Juventus.

Una campagna acquisti avvallata ma un pochino sballata, atteggiamenti tattici poco chiari (assurdo per certi versi l'avvallarsi di un strampalato 4-2-3-1 ad un più consono, ma molle 4-3-3), dichiarazioni choc - roboanti stonate, l'infortunio lungo di Belotti: queste le colpe attribuibili a Miahjlovic, allenatore in ricerca d'autore che, qualora si ritrovasse, ecco su qualche panchina arrembante all'estero o, perché no, sulle "panche" della Lazio e del Napoli se tra qualche mese dovessero cambiare strade tecniche, beh forse non sfigurerebbe. No? Io credo che tutti abbiano visto che c'era la squadra di Mazzarri in campo.

NIANG - "Niang è un ragazzo che conosco, è un bravo ragazzo". Infatti Mazzarri questa mattina si è recato a Torino per discutere i dettagli del contratto che lo legherà alla società piemontese fino al 2020 ( l'allenatore toscano ha rifiutato un eventuale ruolo da traghettatore). Mazzarri poi avrà la possibilità di portare con se nella società granata il suo staff composto da Frustalupi (vice), Pondrelli (preparatore) e Nitti. Usa l'arma dell'ironia Arianna Rapaccioni, moglie di Sinisa Mihajlovic, per replicare alle offese razziste arrivate nei confronti del marito che, dopo la sconfitta con la Juventus in Coppa Italia, è stato esonerato dal Torino.

Come al solito, il tecnico serbo ha utilizzato interviste e conferenze stampa per lanciare messaggi molto diretti ai suoi giocatori.

Qualcuno ha creato un parallelo meteorologico tra il neoallenatore del Torino e Maurizio Sarri, che ultimamente si era lamentato per l'uscita del Napoli dalla Tim Cup, come avevamo raccontato in questo articolo. Mihajlovic è sembrato poco interessato alle questioni tattiche. Si è notato anche nel derby di Coppa Italia, ma tutta la rabbia del tecnico non è bastata a salvare il Toro dall'eliminazione e neanche se stesso.

Altre Notizie