Palermo: Figuccia (Udc) sotto i portici con Biagio Conte

Palermo: Figuccia (Udc) sotto i portici con Biagio Conte

Palermo: Figuccia (Udc) sotto i portici con Biagio Conte

Ha deciso di dormire per strada, come i tanti disperati della notte, per protestare contro l'indifferenza di chi gira lo sguardo dall'altra parte.

"Questa mattina - scrivono - appena svegliati alla Missione di Speranza e Carità non abbiamo trovato Fratel Biagio: Ognuno si è chiesto dove fosse!?"

"Vivo un profondo disagio: non riesco ad essere tranquillo, non dormo e non riesco a mangiare, sapendo che ancora oggi tante persone vivono per strada".

'Non riesco ancora ad accettare che ci possano essere tanti ancora che vivono queste profonde sofferenze nella loro vita dovuti principalmente all'indifferenza e che continuano a vivere e morire per strada'. Forse Dio ha voluto che ci vedessimo qui, dopo l'esperienza della morte che ha visto con i suoi occhi a capodanno sotto i portici. "Ascoltate il grido di chi perde casa e lavoro" Anche la Cgil si è recata questo pomeriggio a manifestargli solidarietà, condividendo le preoccupazioni racchiuse in un appello da lui rivolto a tutte le città e alle regioni d'Italia con la richiesta di rispondere ai bisogni della gente e "ascoltare il grido disperato di chi perde il lavoro e la casa".

L'appello di Biagio Conte richiama le Istituzioni alle proprie responsabilità.

Biagio Conte un uomo che non dimentica gli ultimi e che vuole mandare un messaggio ad una società che sembra diventare sempre più ostile e soprattutto indifferente.

Altre Notizie