Repubblica ceca vota per presidenziali

Presidenziali in Repubblica ceca. Zeman punta alla rielezione

Repubblica ceca vota per presidenziali

Ad esprimere appoggio a Zeman è stato oggi il premier Andrej Babis. Mantiene la parola, non ruba, è in contatto con la gente, difende gli interessi cechi, non ha paura di presentare le sue opinioni su Bruxelles e sulle quote dei migranti. È presidente dal 2013, e in questi anni ha promosso politiche populiste e anti-immigrazione, mettendo in discussione la presenza della Repubblica Ceca nell'Unione Europea e nella Nato, sostenendo la necessità di proporre un referendum per decidere su entrambe le questioni.

Le chance maggiori a sfidare Zeman sono per lo scienziato Jiri Drahos, l'ex direttore dell'Accademia delle scienze (Csav).

Zeman era stato dato come favorito dai sondaggi, che avevano correttamente previsto che sarebbe stato comunque difficile raggiungere il 50% delle preferenze per essere rieletto al primo turno. Il 69enne Drahos ha già detto che se diventerà presidente non permetterà a Babis, viste le grane giudiziarie, di governare il paese.

I seggi sono stati chiusi alle ore 14.00. Il secondo turno si svolgerà il 26 e 27 gennaio. I risultati del primo turno saranno noti sabato pomeriggio.

Altre Notizie