Rifiuti da Roma in Abruzzo: domani, giovedì Giunta decide

D'Alfonso scrive alla Raggi: offerti gli impianti Deco per l'emergenza rifiuti

LUCIANO D'ALFONSO, PRESIDENTE REGIONE ABRUZZO, A RADIO 24: VOGLIAMO CONOSCERE LE QUANTITÀ, I

"Chiediamo che la sindaca Raggi venga in Aula a riferire sui rifiuti" ha detto la capogruppo del Pd, Michela Di Biase, prima dell'intervento dei vigili che hanno portato via i sacchetti e ristabilito l'ordine in aula Giulio Cesare, mentre il consigliere M5S, Pietro Calabrese urlava all'opposizione "dov'è il piano dei rifiuti di Zingaretti?" Dopo la chiusura della discarica di Malagrotta, il Comune di Roma insiste che a dover trovare una sistemazione all'immondizia sia la Regione Lazio, che invece fa ricadere sul Campidoglio la responsabilità di scegliere le zone di compostaggio. Lo capisco bene, da cittadino bolognese, e per questo il comportamento del presidente dell'Emilia Romagna è ancora più apprezzabile", "l'aiuto delle altre Regioni non può che essere un palliativo. Infatti, sono stati offerti nell'ambito di un possibile Accordo di Programma le disponibilità residue presso gli impianti autorizzati dalla Regione Abruzzo: quelli di Deco spa (30.000 t/a) di proprietà della famiglia spoltorese dei Di Zio e quelli Cogesa per 30.000 t/a. Come testimoniano queste immagini dal "biondo" Tevere. Il governatore annuncia poi che "oggi ci saranno confronti tecnici tra i funzionari della Regione Abruzzo e quelli dell'AMA per verificare anche i costi dell'operazione". Sulla situazione al limite del collasso è intervenuto ieri il segretario del Pd Matteo Renzi, che rivolgendosi agli amministratori grillini li ha esortati: "Fatela finita e ripulite la città". "Ma vorremmo capire se ospitando i rifiuti capitolini si rischi o meno di saturare gli impianti abruzzesi che trattano organico colmando, di conseguenza, le discariche regionali che poi devono smaltire la quota rifiuti non trattabile da conferire negli impianti mandando in emergenza gli stessi abruzzesi". "Nel frattempo a Roma i cassonetti sono pieni". Sappiamo che il porta-a-porta a San Lorenzo non funziona, ma non l'abbiamo progettato noi. Perché la colpa è del fatto che Bonaccini e D'Alfonso sono iscritti al Pd.

Roma, 8 gen. (AdnKronos) - "Se dovessi dare un voto all'assessore Montanari?" Presidente De Vito, diteci che cosa volete fare sul tema dei rifiuti. "C'è il sospetto che qualcuno voglia speculare -aggiunge l'Assessora penta-stellata - sulle spalle dei cittadini e proponga tariffe fuori mercato per mettere in difficoltà le amministrazioni e gli abitanti di Roma". "No agli sciacalli della politica", ha aggiunto stamattina Montanari.

Altre Notizie