Torino, contro il Sassuolo ancora 4-3-3: Ljajic può partire titolare

Torino stadio Olimpico Grande Torino Serie A TORINO-SASSUOLO nella

Torino stadio Olimpico Grande Torino Serie A TORINO-SASSUOLO nella

In questo Mazzarri parla la stessa lingua del suo predecessore, non ha paura a dichiarare che l'obiettivo è sempre lo stesso: vincere la prossima partita, qualunque sia l'avversario da affrontare.

LA SCELTA - "Se sono venuto al Torino è perché dentro la mia testa c'è la speranza di fare qualcosa di importante, quindi è normale che pensi positivo, questa è una società con un presidente importante, c'è una piazza importante, di primo livello, quindi ci sono le possibilità per fare bene". "Ormai il calcio non permette di staccare la spina mai". Basta una piccola leggerezza per pagare. "Col Sassuolo sarà una partita non semplice, erano in un buon periodo di forma prima della sosta". Edera e Lyanco hanno svolto una seduta in palestra, mentre Andrea Belotti sta proseguendo il suo programma di recupero: ha lavorato ancora a parte ed al massimo potrà sedersi in panchina al Mapei Stadium. Lui e la squadra: quando ho visto N'Koulou scattare dall'altra parte del campo per venirmi ad abbracciare dopo il gol, ho risentito nelle orecchie la frase che tutti mi avevano detto un sacco di volte: 'Sei forte, vedrai che tornerai tu'. Non ha ancora i 90 minuti nella gambe e io, di sicuro, non voglio rischiarlo. E i 2mila al Filadelfia mi hanno fatto venire i brividi. Bisogna sapere cambiare pelle a livello tattico, saper interpretare più moduli perché gli allenatori sono bravi e ti prendono le misure. In difesa se volessi fare la difesa a tre ci sono già tanti calciatori che l'hanno già fatta come Moretti, Burdisso e Nkoluou che, per caratteristiche, può fare di tutto. Abbiamo difensori di un certo livello e se nessuno è infortunato a livello numerico stiamo bene.

Altre Notizie