Treni: l'accordo quadro Regione Ferrovie con Pop e Rock (5)

Treni: l'accordo quadro Regione Ferrovie con Pop e Rock (5)

Treni: l'accordo quadro Regione Ferrovie con Pop e Rock (5)

"I dati diffusi da Trenitalia sulla puntualità e sulla regolarità delle corse regionali - ha detto l'assessore - sono molto soddisfacenti e premiano l'impegno della Giunta regionale a garantire un trasporto che possa rispondere al meglio alle necessità degli utenti". Questo piano consente, entro il 2023, un rinnovo del 75% della flotta regionale di Trenitalia e la riduzione dell'età media dei treni da 19,7 (2016) a 10,9 anni. L'arrivo dei due treni regionali si inserisce in una strategia complessiva di rilancio del trasporto ferroviario regionale coerente con la cura del ferro voluta dal Ministro Graziano Del Rio per sviluppare e sostenere un nuovo modo di muoversi che privilegi, rispetto all'auto privata, una mobilità collettiva, integrata e sostenibile.

"Ai primissimi 2020 Rock e Pop correranno sui binari di questa bellissima regione - dice l'amministratore delegato di Trenitalia Orazio Iacono - e sottolineo che sono treni pianificati e costruiti anche appositamente per questa regione, mezzi all'avanguardia pensati su misura dell'utenza e il nuovo contratto di servizio porterà ai liguri più servizi e più qualità". Cancellazioni più che dimezzate rispetto a quattro anni fa.

A confermare i risultati delle corse ferroviarie regionali gestite da Trenitalia in Umbria nel corso del 2017 è il giudizio dei clienti: nell'ultima indagine chiusa a novembre l'88,2% si è dichiarato soddisfatto del viaggio nel suo complesso.

Il trend continua a essere positivo: la puntualità reale aumenta di 8,7 punti percentuali rispetto al 2014, di 2,6 punti rispetto al 2015 e di 1,3 vs 2016.

Risultano "superiori alla media" - spiega Trenitalia - gli indici di puntualità dei treni nelle ore di punta: alla sera, nella fascia 16-20, è il 90% ad arrivare puntuale; al mattino, 6-10, la percentuale sale al 94,8%, con un aumento di 1,2% rispetto allo scorso anno.

Considerati come imputabili a Trenitalia le cancellazioni (0,1%) e i ritardi (1,9%), salgono al 99,9% come regolarità e al 98,1% come puntualità i convogli regionali.

L'ultima indagine demoscopica, condotta a novembre da una società esterna al Gruppo FS, ha evidenziato un miglioramento nel giudizio che i clienti danno del servizio sia nel confronto con gli anni precedenti 2016 e 2015 (+4,1% vs novembre 2016 e +5,3% vs novembre 2015), sia con il cumulato annuo (+2,7% vs il 2016 e +6,4% vs il 2015). Il gradimento maggiore si registra nella permanenza a bordo ed in particolare le percentuali più elevate riguardando l'aspetto, cortesia e professionalità del personale (97%) e nell'informazione ricevuta sul treno (87,8%).

Altre Notizie