Confessa l'assasino della piccola Maelys e fa ritrovare i resti

Bimba scomparsa in Francia il sospettato indica dove si trova il corpo   
                       
                
         Oggi alle 17:05

Bimba scomparsa in Francia il sospettato indica dove si trova il corpo Oggi alle 17:05

Il sospetto ha chiesto di potersi esprimere in presenza del suo avvocato e dei giudici incaricati dell'inchiesta.

Oggi la Procura di Grenoble, in Francia, ha annunciato di aver ritrovato il corpo di Maelys. L'uomo è stato indagato anche per la scomparsa di un caporale di 24 anni, Arthur Noyer.

Inattesa quanto radicale svolta nel caso della piccola Maelys, il presunto rapitore e killer Nordahl Lelandais starebbe collaborando con le autorità e avrebbe confessato. Nell'odierno interrogatorio con i magistrati, Lelandais ha auspicato che il corpo della bimba venga ritrovato assicurando che poterà gli inquirenti nel luogo in cui l'ha seppellita.

Lelandais, che è stato sentito a lungo fra la serata di ieri e questa mattina, ha lasciato la caserma con un convoglio di agenti per indicare loro dove il corpo è stato sepolto. Del militare è stato ritrovato soltanto il cranio lo scorso settembre a Montmelian, a 15 km da Chambery, al confine con l'Italia.

Con una prova così schiacciante, l'uomo che aveva sempre negato tutto, ha invece cominciato a collaborare.

Dopo la confessione choc Lelandais ha poi presentato le sue "scuse" alla stessa Maelys e ai suoi genitori. Nordahl Lelandais, il 34enne sospettato di avere ucciso la bambina di nove anni, di cui si sono perse le tracce la notte del 27 agosto, mentre con la famiglia partecipava ad una festa di nozze a Pont-de-Beauvoisina, nel dipartimento dell'Isère, nelle Alpi francesi, avrebbe confessato l'omicidio e indicato dove si troverebbe il corpo.

Ad accelerare l'inchiesta dopo 6 mesi di stallo è stata una micro-traccia di sangue rinvenuta nell'auto di Lelandais e che corrisponde a quello di Maelys.

Altre Notizie